premio nobel economia 2016
|

Premio Nobel Economia 2016 a Oliver Hart e Bengt Holmström

PREMIO NOBEL ECONOMIA 2016

ore 12.38 – Riconoscimento più giovane. Il Premio Nobel per l’Economia, appena assegnato a Oliver Hart e Bengt Holmström, è stato creato nel 1968 e non faceva inizialmente parte dei primi riconoscimenti in memoria di Alfred Nobel nel 1895.

ore 12.22 – Il Premio Nobel per l’Economia 2016 Bengt Holmström si è detto «molto contento, confuso e grato» del riconoscimento ricevuto insieme a Oliver Hart per gli studi sulla teoria dei contratti. Rispondendo ad una domanda su queste tematiche – nel collegamento in diretta trasmesso via internet all’annuncio dell’onorificienza – ha affermato che gli schemi attuali sui bonus ai manager «sono troppo complicati». Più in generale è opportuno che le gratifiche ai dirigenti «non vengano versate tutte assieme in poco tempo, ma su un protratto periodo di tempo».

ore 12.18 – Motivando l’assegnazione del Premio Nobel Economia 2016 ad Oliver Hart e Bengt Holmström, la giuria dell’accademia reale di Svezie spiega ancora: «I vincitori di quest’anno hanno sviluppato la teoria dei contratti, uno schema esauriente per analizzare molte diverse problematiche dell’architettura contrattuale, come la retribuzione basata sulla performance per i top manager, le deduzioni e le coretribuzioni nelle assicurazioni e la privatizzazione delle attività del settore pubblico». Tali teorie «non si sono rivelate importanti solo per l’economia ma anche per altre aree, dal diritto costituzionale alla teoria fallimentare: ora abbiamo uno strumento teoretico per analizzare i contratti sia in termini finanziari che di allocazione». L’accademia ha inoltre ricordato l’assoluta innovatività delle teorie di Hart sui contratti incompleti, avviate negli anni ’80.

ore 12.08 – Nelle motivazioni diffuse dalla Accademia reale di scienze della Svezia che ha premiato Oliver Hart e Bengt Holmström si legge: «Le economie moderne sono tenute assieme da innumerevoli contratti. I nuovi strumenti teoretici creati da Hart e Holmström sono preziosi nel capire i contratti delle vita reale e delle istituzioni, così come le potenziali ricadute di come vengono approntati». Gli studi dei due economisti cercano di trovare risposte a domande sul se siano più appropriate retribuzioni fisse o paghe legate alle prestazioni, su diversi tipi di figure che spaziano dai manager agli insegnanti.

ore 12.03 – L’economista finlandese Bengt Robert Holmström , vincitore con il britannico Oliver Hart del Premio Nobel Economia 2016, è nato ad Helsinki nel 1949 ed è famoso per il suo lavoro sugli incentivi sotto informazione asimmetrica. Lavora al Mit (il Massachusetts Institute of Technology) dal 1994. Oliver Hart è nato a Londra nel 1948. È attivo alla Harvard University di Cambridge.

ore 12.00 – I due vincitori non risultavano tra i favoriti. Il Premio Nobel per l’Economia 2016 è stato assegnato a Oliver Hart e Bengt Holmström – ha annunciato l’Accedemia reale svedese delle scienze – «per il loro contributo alla teoria dei contratti».

Lunedì 10 ottobre 2016 ore 11.55 – Il Premio Nobel Economia 2016 è stato assegnato all’inglese Oliver Hart (di Harvard) e al finlandese Bengt Holmström (del Mit).

 

È prevista per la tarda mattinata di lunedì 10 ottobre a Stoccolma l’assegnazione del Premio Nobel Economia 2016, considerato il più prestigioso riconoscimento al mondo per un economista. La stagione delle onoreficenze è cominciata lunedì 3 ottobre con l’assegnazione del premio per la Medicina e fisiologia. La consegna, come di consueto, è prevista, ancora a Stoccolma (il premio Nobel per la Pace viene consegnato ad Oslo), per il 10 dicembre, aniversario della morte del fondatore Alfred Bernhard Nobel, chimico e industriale svedere.

PREMIO NOBEL ECONOMIA 2016 FAVORITI

Come ogni anno, anche stavolta non mancano le previsioni sui possibili vincitori della Thomson Reuters, una società di analisi dei dati che calcola il prestigio dei vari membri della comunità scientifica e l’impatto dei loro lavori, partendo dal numero di citazioni delle loro pubblicazioni. Per quanto riguarda il Premio Nobel per l’Economia 2016 sono stati fatti indicati tre economisti: Olivier Jean Blanchard, francese e capo economista al Fondo Monetario Internazionale, per i suoi studi di macroeconomia sulle variabili che determinano le fluttuazioni economiche e di impiego; Edward Paul Lazear, statunitense, per aver sviluppato una ‘personnel economics’, un’economia del personale; e Mark J. Melitz, per gli studi pionieristici di descrizione sull’eterogeneità dei marchi e sul commercio internazionale.

 

LEGGI ANCHE: Nobel Economia 2016: il vincitore è Angus Deaton

 

PREMIO NOBEL ECONOMIA, VINCITORE 2015

Il Premio Nobel Economia del 2015 è stato assegnato all’economista scozzese Angus Deaton «per la sua analisi dei consumi, della povertà e del benessere». Quello di Deaton, nato ad Edimburgo nel 1945, non è stato però un Nobel vero e proprio, ma un Premio della Banca di Svezia per le scienze economiche in memoria di Alfred Nobel. Il riconoscimento del 2015, come spiegato dal comitato comunicando la premiazione – è stato assegnato «per delineare delle politiche che promuovano il welfare e riducano la povertà dobbiamo prima comprendere le scelte di consumo individuale».

Gli studi dell’economista scozzese si sono concentrati in particolare su come i consumatori distribuiscono la spesa su diversi prodotti, su quanto di ciò che la società guadagna viene speso e quanto risparmiato, su qual è il modo migliore per valutare e analizzare il benessere e la povertà. Deaton ha ottenuto un dottorato presso l’Università di Cambridge, poi nel 1983 è diventato docente di Economia e affari internazionali presso l’Università di Princeton, nel New Jersey, Stati Uniti.

(Immagine da archivio Ansa. Credit: EPA / STINA STJERNKVIST )