boicottaggio aria che tira
|

L’incredibile campagna di boicottaggio dei prodotti sponsorizzati durante L’Aria che Tira

«Findus, il prodotto più utilizzato in casa mia fino ad oggi, perché non acquisterò più i vostri prodotti fino a quando sponsorizzerete il programma L’aria che tira». Piovono commenti sulle bacheche social di alcune aziende come la Findus o Vileda. Ma che cosa lega il programma di Myrta Merlino con i bastoncini del Capitano e il Moccio più famoso d’Italia?

Questi prodotti li ho sempre comperati e spediti anche all’stero. Mai più lo farò finché la giornalista Merlino non farà il suo mestiere in modo oggettivo. (tale Maria sulla bacheca della Findus Italia)

LEGGI ANCHE: Dieci cose che ho imparato sulla doppia morale dei moralisti un tanto al chilo. Dal GF in su

LA CAMPAGNA DI BOICOTTAGGIO DEI PRODOTTI SPONSORIZZATI DURANTE L’ARIA CHE TIRA

Tutto parte da una campagna social lanciata su Twitter e Facebook. Nel claim si invita a non comperare i prodotti che compaiono nelle pubblicità durante il programma di La7, spesso molto criticato dal popolo dei 5 stelle. Non si capisce quale sia la reale colpa della conduttrice tv, né dopo quale episodio sia scoppiata la protesta.

Ignorando completamente le dinamiche delle concessionarie di pubblicità, che contrattano con le aziende le fasce orarie in cui saranno sponsorizzati i prodotti in tv, una marea di persone si sono riversate sugli account social di diverse aziende criticando la scelta fatta da loro sul programma della Merlino.

Alcuni hanno cercato di rispondere ai clienti. Invano. Ne è un esempio l’azienda Vileda che con estrema gentilezza spiega:

Ciao, ti ringraziamo per la segnalazione. Ci teniamo a comunicarti che non sponsorizziamo il programma da te citato, ma acquistiamo degli spazi pubblicitari all’interno di fasce orarie già stabilite, in ogni caso valuteremo come orientarci. Sperando di aver chiarito l’equivoco, ti inviamo i più cordiali saluti.

— EDIT —-

La campagna di boicottaggio continua. E viene condivisa anche da eletti di spicco nel Movimento 5 stelle. Una di questi è Alice Salvatore, in quota M5S al consiglio regionale della Liguria.

aria che tira boicottaggio

Della stessa linea anche un militante molto conosciuto al Movimento tale Daniele Tizzanini, conosciuto alle cronache locali e non come bodyguard speciale per Beppe a Genova e per l’aggressione nella redazione del Secolo XIX con il video che diventò virale.

aria che tira

Nel mentre gli insulti alla conduttrice sulla sua bacheca Facebook proseguono.

Qui sotto uno dei tanti esempi:

Sei sfortunata che sei troppo avanti con l’età, ma forse se gli telefoni, il berlusca ancora potrebbe trovartelo un posticino per uno dei suoi bunga-bunga di compleanno…. Tanto la lingua la sai usare bene a forza di fare la lecchina del governo