PONTIDA
|

Il grottesco popolo della Lega di Salvini a Pontida | VIDEO

La secessione? Può attendere. Bossi? Un padre “nobile“, ma «ha fatto il suo tempo…». E «non mi faccia parlare di Maroni….», c’è chi mormora. Anche il popolo della Lega nel “pratone sacro” di Pontida cambia pelle. E tra attacchi alla stampa “serva”, ruspe, magliette pro-Putin e contro Papa Francesco e la solita ossessione per i «comunisti», da Pontida il popolo leghista ora vuole  «andare a comandare». E, a vent’anni dalla dichiarazione (simbolica quanto senza effetti) di indipendenza Padana, sposa, al di là di qualche nostalgico, la nuova rotta indicata dal «Capitano» Matteo Salvini.

PONTIDA: COSA VUOLE IL POPOLO DI SALVINI

Punta ormai a trasformarsi in partito nazionale, la vecchia Lega Nord. A varcare i vecchi confini, verso le stanze del potere romano. Altro che “Roma ladrona“. Il popolo di Pontida è in marcia verso il Palazzo.

(Videocredit: Alberto Sofia e Boris Sollazzo/Giornalettismo)