magliette Lega Nord Francesco Benedetto XVI
|

Le magliette della Lega contro Francesco: il mio Papa è Benedetto

Nuova provocazione della Lega Nord contro papa Francesco. A Pontida, l’abituale ritrovo del movimento guidato da Matteo Salvini che si svolgerà nel prossimo fine settimane, saranno vendute magliette inneggianti a Joseph Ratzinger. A 10 euro si potranno comprare t-shirt con la scritta «Il mio Papa è Benedetto». Un’iniziativa dei Giovani Padani che segue le numerose invettive verbali lanciate da Salvini contro un pontefice vicino ai migranti e ostile alla lotta culturale con l’Islam come Bergoglio.

LE MAGLIETTE DELLA LEGA CONTRO FRANCESCO

Ogni edizione di Pontida è caratterizzata da nuove magliette realizzate per i militanti leghisti. Nel 2015 la maglietta più diffusa inneggiava alla ruspa di Matteo Salvini. Anche quest’anno ci sarà un riferimento al mezzo meccanico, con un riferimento alla popolare canzone di Fabio Rovazzi «Andiamo a comandare». La ruspa in tangenziale per andare a governare a Roma susciterà assai meno perplessità e controversie rispetto alle magliette anti papa Francesco realizzate dal movimento dei Giovani Padani. L’organizzazione dei leghisti under 35 infatti ha preparato una serie di t-shirt con il volto di Jorge Bergoglio corredate da un «Il mio Papa è Benedetto» che lancia un esplicito messaggio contro l’attuale successore di Pietro.

LEGGI ANCHE

Pontida 2015, Salvini ai militanti della Lega: «Vinceremo, ma non mi interessano le alleanze»

PAPA FRANCESCO OBIETTIVO DI PONTIDA

Pontida 2016 è stata pensata anche come risposta al raduno di Stefano Parisi per rinnovare Forza Italia e il centrodestra, con tanto di giornata al cosiddetto asse del Nord tra i presidenti di Lombardia, Veneto e Liguria. Il profilo di governo che questo evento vuole mandare sarà probabilmente smussato dalla provocatoria maglietta dei Giovani Padani. Papa Francesco è una figura popolare, e metterlo in contrapposizione a Benedetto XVI appare una mossa difficilmente conciliabile con un profilo istituzionale della Lega. I Giovani Padani, attraverso il loro segretario in via di riconferma Andrea Crippa in un’intervista a Libero, rimarcano come la maglietta sia solo un omaggio al messaggio di Joseph Ratzinger in difesa di cristianità e Occidente.