Daniela Martani panettone
|

Daniela Martani: «Mai esultato per il terremoto di Amatrice. Ora mi minacciano di morte»

Daniela Martani si sfoga, di nuovo. E torna a difendersi. Quel post su Facebook il giorno del terremoto – «L’amatriciana è stata inventata ad Amatrice? Allora è il karma» – che ha fatto il giro del web e scatenato migliaia di commenti e condivisioni non sarebbe suo, come avevamo già scritto ospitando su Giornalettismo la replica della diretta interessata, animalista e vegana convinta. L’ex hostess di Alitalia, ex concorrente del Grande Fratello e de La Fattoria ed ex candidata con i Verdi al Comune di Roma alle ultime elezioni comunali torna sulla vicenda in un’intervista a Luca Telese su Libero: «Non l’ho scritto io, sono vittima di un linciaggio. Non so cosa sia successo davvero quel giorno».

guarda la gallery:

Daniela Martani si difende così. Dietro a quell’orribile post stigmatizzato dall’Italia intera – a parte qualche nazivegan – ci sarebbe la mano di qualche hacker:

«Io ho denunciato alla polizia postale chi ha scritto quel post. Le responsabilità si vedranno. […] Diversi miei account sono stati inquinati. […] Non potrei mai essere felice della morte di 300 persone. Sarei un mostro»

Su Facebook e non solo sono arrivate le intimidazioni, denuncia l’ex gieffina:

«Ho subito un attacco mediatico folle. […] Ho subito minacce, persino telefonate al console italiano (era in America il giorno del sisma, ndr). Sono entrati nella mia vita privata, lavorativa. E’ incredibile. Come se avessi ucciso io. […] I locali dove ho lavorato sono terrorizzati. Non pensavo che una frase sul mio profilo – per giunta non mia – potesse avere una risonanza così potente»

Telese la interroga infine sulle posizioni spesso molto radicali del mondo vegan. Martani risponde così:

«Noi combattiamo contro sofferenza e morte, la lobby più potente della storia. Vogliono farci passare per sovversivi, pazzi, fuori di testa. […] La violenza la sto subendo io»

Photocredit copertina TIZIANA FABI/AFP/Getty Images