terremoto luigi di maio
|

Terremoto, Di Maio: «Il M5S vigilerà su aiuti e ricostruzione. Non ci sarà un’altra L’Aquila»

«Noi assicuriamo da adesso che vigileremo su come si spenderanno i soldi per aiuti e ricostruzione. Non esisterà un’altra L’Aquila, non esisterà un’altra Emilia, non esisterà speculazione. Dobbiamo lavorare per questo sin da subito. Non si può permettere che soldi di contribuenti, di donazioni o delle tasse, vengano spesi in malo modo. Sono sicurò che non sarà così perché il Parlamento vigilerà e noi vigileremo su questo». È quanto dichiarato e ribadito più volte oggi da Luigi Di Maio a Licola, nel Napoletano, nel corso di un’iniziativa del Movimento Cinque Stelle per la raccolta di fondi e beni di prima necessità per le popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia. Il vicepresidente della Camera sarebbe dovuto intervenire in piazzetta Cristoforo Colombo ad un appuntamento del tour M5S Costituzione Coast to Cost #iodicono, sul referendum costituzionale, ma dopo il sisma che ha colpito il Lazio e le Marche l’evento è stato trasformato in un’iniziativa di solidarietà.

 

Terremoto, Di Maio: «Non ci sarà un’altra L’Aquila, non ci sarà un’altra Emilia» / VIDEO

 

LEGGI ANCHE: Terremoto Accumoli: estratta viva una persona dalle macerie (VIDEO)

 

TERREMOTO, DI MAIO: «SE CE NE SARÀ BISOGNO ANALIZZEREMO LA MACCHINA»

Di Maio ha innanzitutto espress la sua vicinanza ai familiari delle vittime e agli uomini al lavoro per salvare vite umane, poi ha sottolineato la necessità di non sperperare denaro pubblico nei lavori che verranno. «Abbiamo circa 250 vittime – ha detto parlando ai giornalisti -, c’è un comune raso al suolo ed altri che hanno interi quartieri inagibili. Le polemiche lasciamole ai prossimi giorni, se ce ne sarà bisogno analizzeremo quello che è successo, verificheremo la macchina come ha funzionato, se c’è bisogno di far funzionare meglio qualcosa lo faremo. Se qualcuno avrà sbagliato vedremo chi sarà stato, ma in questi giorni sto vedendo un grande spirito di solidarietà e una grande voglia di dare una mano».

TERREMOTO, DI MAIO: «ORGOGLIOSO DI COME STA REAGENDO L’ITALIA»

Il vicepresidente della Camera non si è espresso sul provvedimento del governo, che ha stanziato 50 milioni di euro per l’emergenza. «Ho capito che si tratta di una prima tranche, ma capiamo qual è prima di tutto il piano di ricostruzione. Siamo ancora nella fare in cui si scava sotto le macerie…», ha affermato Di Maio. «Tutti gli introiti di stasera e tutto quello che arriverà in beni di prima necessità – ha proseguito – saranno rendicantati ai cittadini, sarà tracciato l’utilizzo. Spiegheremo come saranno utilizzati, a quali fondi saranno donati. L’importante è la trasaprenza, iniziamo noi stasera». «Io – ha concluso Di Maio – sono orgoglioso di come sta reagendo l’Italia in questi giorni a questa grande tragedia».

(Immagine e video di: Giornalettismo)