avocado come si mangia, avocado calorie
|

Avocado: ricette creative per l’estate (proprietà, calorie e come si mangia)

Avocado come si mangia

L’avocado è un frutto esotico che contiene ricche quantità di proteine e grassi ma anche di vitamina D, A, B e K. Un tale apporto vitaminico è accompagnato anche da zuccheri e sali minerali, quali magnesio, potassio e fosforo e comporta un notevole apporto calorico se si pensa che 100 grammi di frutto corrispondono a 230 calorie. L’avocado contiene anche una elevatissima presenza di fibre e di acqua.

LEGGI ANCHE: Cinque ricette di centrifugati di frutta e verdura

Le proprietà benefiche dell’avocado sono molte ma con doverose precauzioni

Difatti questo particolare frutto esotico è in grado di combattere il colesterolo e i radicali liberi, responsabile di ossidazione e invecchiamento. Oltre a contrastare l’invecchiamento cellulare, l’avocado è molto utile a prevenire disturbi della vecchiaia e a uscire dai problemi della depressione. Se mescolate la polpa con un cucchiaino di miele e un cucchiaio di latte, otterrete un’ottima maschera da applicare sul capello leggermente inumidito.

Attenzione a non esagerare

Le precauzioni da adottare per il consumo di avocado riguardano prettamente l’apporto calorico, trattandosi di un alimento molto grasso, seppur vegetale. Bisogna infatti assumerlo in quantità controllate e variare sempre la propria alimentazione senza alcun tipo di esagerazione. Oltre all’avocado esistono numerosi alimenti da inserire nella propria dieta come le bacche di goji, il mango e il cocco se siete amanti del gusto esotico.

Vediamo ora come usarlo a tavola

La salsa più famosa che si ottiene con l’avocado è il guacamole, ottimo per condire le tortillas o per le vostre fantasiose insalate. Noi vi consigliamo una ricetta per realizzare questa salsa. Fateci poi sapere nei commenti in quali piatti l’avete utilizzata.

La ricetta del (o della) guacamole

Tagliate a metà un avocado lavato e asciugato. Asportate il grosso nocciolo marrone centrale e eliminate la buccia. Tagliate ora la polpa rimasta in piccoli pezzetti e mescolateli con il succo di un limone e mezzo. Aggiungete del peperoncino fresco e una cipolla bionda a fettine. Frullate velocemente il composto ma facendo attenzione a non rendere la salsa troppo fine. Aggiungete sale e un filo d’olio e mescolate a mano. La salsa è pronta per essere utilizzata! Di solito viene servita a parte assieme alle famose tortillas messicane precedentemente scaldate al microonde dopo averle cosparse di ceddar e di formaggio tipo galbanino, cipolla, pomodorini e origano. Questa idea è ottima per l’aperitivo ma anche come antipasto, La sua realizzazione non impiega più di 20 minuti ed è anche molto economica! Il risultato è garantito.

(Photocredit copertina: ANSA-ZUMAPRESS)