Cause insonnia
|

Perché non dormiamo la notte? Le principali cause dell’insonnia

Cause insonnia e rimedi

Chi soffre di insonnia lo sa bene, non riuscire a dormire la notte può essere frustante e avere serie ripercussioni sul nostro benessere fisico e mentale. Oltre a costringerci a letto a fissare il soffitto, infatti, ci rende anche estremamente improduttivi e irritabili il giorno successivo. Peggio ancora se questo disturbo si protrae per un periodo prolungato, costringendoci a vivere nel malessere costante. Come risolvere il problema? Proviamo ad analizzare le principali cause dell’insonnia!

LEGGI ANCHE: Dormire fa bene alla depressione

Cause insonnia e rimedi. Cos’è l’insonnia.

L’insonnia è un disturbo caratterizzato dalla difficoltà a prendere sonno o dalla discontinuità dell’addormentamento e può incidere negativamente sul nostro stato di salute. Come riportato da diversi siti medici, l’insonnia è un’alterazione patologica dei normali ritmi sonno-veglia che può essere sia di tipo quantitativo che di tipo qualitativo.

A livello quantitativo, il disturbo va a colpire il numero di ore di sonno per notte e i soggetti che ne soffrono possono subire diversi disagi quali la fatica ad addormentarsi, lo svegliarsi ripetutamente durante la notte o lo svegliarsi molto precocemente (insonnia tardiva). Per quanto concerne il livello qualitativo invece, il disturbo va a colpire la qualità ristoratrice del sonno stesso con la conseguenza non solo di dormire poco, ma anche male, senza avere quindi la percezione di essersi effettivamente riposati durante le ore di sonno. Ma quali sono le principali cause dell’insonnia? Andiamo a scoprirlo.

Cause insonnia. Psicologiche, biologiche e situazionali

Le cause dell’insonnia possono essere molteplici e possono dipendere sia dallo stato emotivo del soggetto che ne soffre, che da quello fisico. Dividiamole in tre macro-gruppi per scoprirle nel dettaglio:

Cause insonnia: cause psicologiche dell’insonnia

L’ansia è al primo posto tra le cause che possono impedirci di dormire la notte (o di dormire bene). Mettersi a letto in uno stato di forte apprensione nei confronti della propria salute, del lavoro o della propria vita in generale non può che avere conseguenze negative sulla quantità e la qualità del nostro sonno. Questa condizione psicologica può essere correlata a un disturbo emotivo, a periodi stressanti nell’ambito familiare, lavorativo o scolastico o al nervosismo e l’agitazione dovuti ad esempio dall’astinenza di nicotina. Ma non sono solo le situazioni negative a impedirci di dormire la notte, talvolta anche uno stato di eccitamento euforico eccessivo, come quello causato dalla fase dell’innamoramento o dall’entusiasmo per un evento prossimo, può causare l’insonnia e colpire lo stato quanti-qualitativo del nostro sonno.

Cause insonnia: cause fisiche e biologiche dell’insonnia

Anche qui troviamo molteplici cause, molte delle quali sarebbe consigliabile approfondire a livello specialistico e in sede medica. Tra queste troviamo, ad esempio, un’alterazione del funzionamento ormonale con la conseguente alterazione dei normali ritmi biologici, tra cui quello sonno-veglia. Le cause di questa condizione fisica possono essere fisiologiche, come quelle che si verificano durante la gravidanza, la menopausa o il ciclo mestruale, o possono essere causate da una disfunzione organica degli ormoni della tiroide, dell’adrenalina o dell’insulina. Ma andiamo avanti, perché anche tra le cause organiche troviamo la nicotina: se infatti esserne in astinenza può causare insonnia, così può fare anche l’eccessiva assunzione. Attenzione però, la nicotina non è solo presente nel tabacco, ma anche nelle patate, nei peperoni e nel pomodoro, state quindi ben attenti a cosa mangiate prima di coricarvi. Altre cause dell’insonnia, infine, possono essere la presenza di patologie mediche, come tensioni muscolari e disturbi della digestione, l’ipertensione, l’iperattività cerebrale e la carenza di melatonina.

Cause insonnia: cause situazionali

Definite così perché non relative a una condizione fisica o psicologica del soggetto che soffre di insonnia, ma generate dall’ambiente circostante. Tra queste le più comuni sono i rumori provenienti dalla strada o dal nostro condominio, le insopportabili temperature troppo alte o troppo basse o l’adattamento a una nuova situazione (ad esempio, le prime notti in una casa nuova).

Rimedi naturali insonnia

Se la vostra insonnia non dipende da una condizione psicologica che necessita di cure specialistiche o una patologia specifica, potete provare alcuni di questi rimedi naturali per rilassare il vostro corpo e la vostra mente e cercare di migliorare la quantità e qualità del vostro sonno. Tra questi rimedi la valeriana è famosa per il suo forte potete calmante, così come i fiori di bach, che contribuiscono al rilassamento e facilitano l’addormentamento. Altri rimedi possono essere l’assunzione di melatonina e, infine, di camomilla, quest’ultima particolarmente consigliata se il disturbo è poco grave o se a esserne colpito è un bambino.

(Photocredit copertina: Three Lions / Getty Images)