Rimedi naturali per sbiancare i denti
|

5 rimedi naturali per sbiancare i denti

Avere un sorriso smagliante è da sempre sinonimo di bellezza. Tuttavia, spesso può capitare a causa di diversi agenti esterni, come il caffè, il tè o il fumo di sigaretta, può capitare di notare un ingiallimento dei propri denti, un fenomeno che può creare imbarazzo e disagio. Fortunatamente esistono diversi rimedi naturali per sbiancare i denti che oltre a non essere nocivi sono molto efficaci, scopriamo insieme quali.

LEGGI ANCHE: Come sgonfiare la pancia: i migliori rimedi naturali

1 Sbiancare i denti a casa con il bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è uno degli ingredienti più utilizzati per lo sbiancamento dei denti fai da te in quanto ha proprietà sbiancanti e lucidanti e agisce attraverso l’abrasione della patina gialla che si deposita sui nostri denti. Proprio in virtù delle sue capacità abrasive non deve essere utilizzato eccessivamente, ma meglio limitarne l’applicazione, in quanto l’uso eccessivo potrebbe causare l’abrasione dello stesso smalto dentale. Per uno sbiancante dentale fatto in casa il bicarbonato di sodio può essere mescolato insieme ad alcune gocce di limone ed essere utilizzato come un dentifricio, oppure mescolato con semplice acqua, o ancora bagnando lo spazzolino con acqua ossigenata che ha grandi proprietà sbiancanti.

2 Sbiancamento dei denti fai da te alla fragola

La polpa di fragola è un rimedio meno aggressivo, ma ugualmente efficaci per sbiancare i denti in maniera naturale. Applicate la polpa di fragola sui denti e lasciate agire per 2 o 3 minuti dunque risciacquare.

3. Denti più bianchi grazie alla salvia

Per la salvia invece potrete procedere sfregando le foglie direttamente sulla dentatura, in questo modo la salvia svolgerà un’azione chimica ed abrasiva per lo sbiancamento dei denti e migliorerà anche il vostro alito.

4. Sbiancare i denti naturalmente con la cenere del legno di noce

Un rimedio naturale antico per sbiancare i denti è quello di utilizzare la cenere del legno di noce spazzolandola delicatamente sulla dentatura. Questa cenere è infatti ricca di idrossido di potassio che ha un’azione sbiancante e smacchiante sui denti, tuttavia questo metodo deve essere utilizzato con moderazione in quanto lo stesso idrossido di potassio potrebbe causare bruciori e irritazioni al cavo orale.

5. Sbiancare i denti a casa con l’aceto di mele

Mescolando un cucchiaino di aceto di mele con due di sale marino integrale è possibile ottenere un dentifricio naturale e sbiancante che può essere utilizzato una volta al giorno e che previene la formazione del tartaro. Diversamente, diluendo un cucchiaino di aceto di mele in un bicchiere d’acqua si potrà ottenereun collutorio con cui sciacquare la bocca ogni mattina prima di lavare i denti (questa volta però senza ripetere l’utilizzo dell’aceto di mele), questo collutorio ha anche delle importanti proprietà antisettiche che possono aiutare a prevenire la formazione di infiammazioni alle gengive.