Shaunae Miller tuffo oro 400 metri Rio 2016
|

Rio 2016: Shaunae Miller si tuffa e vince l’oro. Ma su una pista d’atletica – VIDEO

SHAUNAE MILLER, IL TUFFO PER L’ORO NEI 400 METRI –

Era difficile da immaginare un epilogo così. Allyson Felix sembrava sicura dell’ora, aveva su Shaunae Miller. Lei americana, aveva recuperato inesorabilmente l’atleta delle Bahamas che sembrava non avercene più dopo una gara in testa. Ma i sogni, come dimostra il nostro Elia Viviani, non possono essere infranti così. Non senza provarle tutte. E allora come Tania Cagnotto, che ha allungato la carriera di 4 anni solo per inseguirne uno, Shaunae prova il tutto per tutto. Sta perdendo, l’oro però non può non essere suo. A un metro dal traguardo si tuffa. Letteralmente. Scivola in avanti, si fa male. Non esulta perché ha il ginocchio dolorante. Ma ha vinto.

SEGUI ANCHE:  LO SPECIALE OLIMPIADI 2016

Conquista così anche il suo nuovo record personale di 49″44. “Ho bruciature e lividi, fa male. Non saprei nemmeno spiegare com’è successo: volevo l’oro con tutta me stessa e l’immagine successiva era quella di me a terra”, ha poi detto in un’intervista la velocista.

Nella stessa finale, Libania Grenot, pur con tante, troppe avversarie di alto livello, ha comunque provato a dire la sua, da campionessa d’Europa. “Non avevo nulla da perdere” ha dichiarato, il suo obiettivo, la finale, era raggiunto. E’ partita forte, ma quando le prime hanno dato il ritmo, in particolare negli ultimi 150 metri, è rimasta staccata, arrivando ottava.