beppe grillo ferragosto
|

Beppe Grillo e il Ferragosto con il renzianissimo Giorgio Gori e Ernesto Mauri, potente Ad del Gruppo Mondadori

Beppe Grillo ha trascorso il suo Ferragosto in un panfilo a Porto Cervo in compagnia del renzianissimo Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, e Ernesto Mauri, potente Ad del Gruppo Mondadori.

LEGGI ANCHE: L’ironia di Pizzarotti: «Ma che fine ha fatto il voto sul non statuto?»

Ne parla Dandolo su Dagospia:

Beppino ha scelto un 15 d’agosto ultra-godereccio e si è attovagliato a bordo di un enorme panfilo ormeggiato davanti alla sua adorata Porto Cervo.
Se d’inverno non rinuncia alle nuotate con la sua gagliarda moglie nel mare keniota, l’estate grillina è solo in Costa Smeralda. L’anno scorso si faceva intervistare dal ‘Financial Times’ all’hotel Cala di Volpe, quest’anno ha preferito trastullarsi a colpi di “Vacchi dance” e champagne di prima scelta su uno yacht di circa 42 metri denominato ”Aldebaran”.
Il panfilo in questione prende il nome da una stella appartenente alla costellazione del Toro e non appartiene a un armatore anonimo. E’ di proprietà di Enrico De Marco, re incontrastato della similpelle e tra gli industriali italiani più conosciuti al mondo.
Ad accogliere sulla discreta barca Beppe Mao e consorte c’era la bombastica e cotonatissima Alessandra, moglie di Enrico e dama prezzemolona dei salotti meneghini. Tra un’ostrica, un fresco mojito e un’atmosfera molto allegra, la compagnia si è dimenata nelle danze.
E Beppe, tra un colpo d’anca e un carpaccio di pesce spada si è intrattenuto a lungo con altri due ospiti blasonati: Giorgio Gori, renzianissimo sindaco di Bergamo, e nientemeno che Ernesto Mauri, potente Ad del Gruppo Mondadori, nonché braccio destro di Marina Berlusconi e fedelissimo di patron Silvio.
Una “trilateral” in pieno stile Prima Repubblica che ha destato in quei pochi ospiti ancora lucidi non poche curiosità. Si mormora che il bizzarro trio abbia naturalmente parlato di politica e i temi più gettonati sembra siano stati l’inesorabile declino di Pittibimbo e il Referendum prossimo venturo. Chissà se Beppe Mao abbia detto ad Ernestino Mauri di portare i suoi personali auguri alla Cainana per il suo 50° compleanno?

(in copertina Jacques Lange/Paris Match via Getty Images)