|

Da Star Wars a Malèna: in Sicilia sulle orme del cinema

La Sicilia è una terra bellissima, con le sue città uniche e pittoresche, il suo mare cristallino, un’isola ricca di paesaggi straordinari in grado di incarnare sia la floridezza di un paradiso terrestre, quanto l’ardita di una terra dura e brulla dimenticata da Dio.
Questa regione racchiude insieme alle sue bellezze un aura magica e solenne ed è forse questa una delle ragioni che hanno spinto molti registi a girare qui i loro film.

E allora perché non scoprire questa regione attraverso il cinema, abbiamo scelto per voi 7 film girati in Sicilia per proporvi un itinerario di viaggio che restituisca i mille volti di quest’isola.

1. Il Gattopardo – Luchino Visconti (1963)

Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa e la sua trasposizione cinematografica di Luchino Visconti sono opere che si legano in un rapporto strettissimo con la Sicilia, di cui restituiscono uno spaccato storico degli anni a cavallo tra Otto e Novecento.
Luchino Visconti utilizzò la bellissima Villa Boscogrande, nei pressi di Palermo, per le scene iniziali ed il Palazzo Valguarnera-Gangi, nei pressi della Galleria d’Arte Moderna Sant’Anna, dove venne girata la celeberrima scena del ballo.
Altre scene furono girate a Ciminna, poiché Visconti ritenne che il castello di Donnafugata, in decadenza e troppo labirintico, mal si adattava per diventare set cinematografico. La piazzetta del paese sembrò perfetta per la trasposizione su celluloide, ma mancava il palazzo del Principe: Visconti non si perse d’animo ed in 45 giorni fece innalzare una facciata disegnata all’interno della chiesa, di cui fece addirittura rimuovere il soffitto che era stato danneggiato durante le riprese.

2. Nuovo cinema paradiso – Giuseppe Tornatore (1988)

Nuovo cinema paradiso, il capolavoro di Giuseppe Tornatore è stato girato per lo più a Palermo e nei dintorni. Giancaldo, il paese dove è ambientato il film, non esiste, ma si tratta in realtà del paese di Palazzo Adriano con la sua Piazza Umberto, nella quale sono state girate numerose scene del film e che ancora oggi appare come all’epoca, con l a sua fontana imbiancata, il campanile con la meridiana, la chiesa madre e le iscrizioni in lingua albanese. Qui Tornatore costruì per le riprese anche il suo Cinema Paradiso che però andò in fiamme in un incendio.

3. Malèna – Giuseppe Tornatore (2000)

Giuseppe Tornatore, legatissimo alla sua terra d’origine, ha girato in Sicilia un’altra sua fortunatissima pellicola, Malèna, che narra le vicende di una bellissima e coraggiosa donna durante la seconda guerra mondiale. Come set di questo film Tornatore scelse soprattutto le stradine ed i vicoli di Ortigia a Siracusa, ma anche Noto con la sua Cattedrale e la spiaggia meravigliosa scogliera di Scala dei Turchi vicino Porto Empedocle

4 Il Postino – Michael Radford (1994)

Il Postino di Michal Radford con Massimo Troisi è invece stato girato tra Procida e Salina. A Procida i luoghi in cui si svolgono le vicende del film sono il borgo di Marina di Corriccella, la spiaggia di Pozzo Vecchio (ormai denominata “la spiaggia del postino“), la locanda del postino e le colline dell’isola. A Salina invece è stata scelta l’area di Pollara per le riprese dei paesaggi che appaiono quando Mario, il personaggio interpretato da Massimo Troisi pedala tra i monti.

5. Star Wars, Episodio III, La la Vendetta dei Sith – George Lucas (2005)

Per il terzo episodi di Star Wars, la Vendetta dei Sith, Gerorge Lucas per riprodurre lo scenario vulcanico e le eruzioni del pianeta Mustarf, sul quale duellano a colpi di spada laser Darth Vedere Obi-Wan Kenobi, George Lucas scelse la Sicilia. Una troupe infatti fu inviata sull’Etna per catturare le immagini dell’eruzione del vulcano siciliano che era in corso in quel momento.

6. Stromboli terra di Dio – Roberto Rossellini (1948)

Il capolavoro di Roberto Rossellini con protagonista Igrid Bergman riporta uno spaccato di questa splendida isola delle Eolie. Oggi meta turistica nel 1948 Stromboli presentava tutt’altro paesaggio: isolata, brulla, ostile, non civilizzata. Pochi e poverissimi edifici in pietra bianca, nessuna strada né sentieri, ma solo sterpaglie ed una vegetazione arida di piante grasse. La terra incolta, la montagna, la sabbia nera ed il potente vulcano, una fotografia di un luogo che sembra appartenere a epoche lontane, quando invece dalla pellicola di Rossellini non ne sono trascorsi nemmeno settanta.

7. Caro Diario – Nanni Moretti (1993)

Sempre alle Eolie è stato girato Isole, il secondo episodio del film Caro Diario, in cui il regista viaggia con l’amico Gerardo, dipendente dalla televisione, da un’isola all’altra. Moretti parte da Lipari, ma qui si trova schiacciato dal caotico turismo di massa e solo nella scena in cui il regista lascia l’isola si vede la bellezza delle cave di pietra pomice, simbolo dell’isola. Il viaggio prosegue poi per Salina a cui Moretti dedica una ripresa a campo lungo che immortala tutto il panorama dell’isola dalle case scrostate dal vento fino ad arrivare alla spiaggia del faro dove il regista inizia a palleggiare. Infine Stromboli si fa da sfondo alle vicende dei suoi viaggiatori con la maestosa imponenza del suo vulcano che per un attimo, solo per un attimo, sembra dissuadere Gerardo, dalla propria teledipendenza.

TAG: Sicilia, viaggi