Federica Cifola smentisce Francesca Fornario censura
|

Federica Cifola smentisce Francesca Fornario “Nessuna censura, nessun bavaglio”

FEDERICA CIFOLA E FRANCESCA FORNARIO –

Non finisce il romanzo popolare dell’estate, quello degli epurati, censurati e non di rado riciclati Rai. E arriva nel “caso Fornario”, quello che appariva più chiaro nel suo essere a tutti gli effetti un episodio di censura, con un innominato capostruttura o dirigente a proibire certi temi e argomenti (come denunciato dalla conduttrice di Mamma non Mamma e autrice di Un giorno da pecora).

LEGGI ANCHE: TUTTA LA STORIA DI FRANCESCA FORNARIO E DELLA CENSURA A RADIO 2

Il punto è che la svolta è quella che non ti aspetti, ovvero la sodale con cui la Fornario stessa postava sui social selfie pieni d’armonia, le volta le spalle. E al netto di una spiegazione in uno status di Facebook di una dozzina di righe, chiude con l’inequivocabile “nessuna censura, nessun bagaglio”.

Federica Cifola smentisce Francesca Fornario censura

Certo, si intuisce che qualcuno dalle due è andato a chiedere di correggere la rotta. Quel “satira di costume” sembra in effetti nascondere molto di ciò che ha svelato la Fornario: niente politica. E come dice Daniele Luttazzi “chi dice che la satira non deve fare politica vuole solo censurare la satira”. Ma al di là di questo colpisce come di fronte a una posizione così forte da parte della coconduttrice del suo programma, Federica Cifola si dissoci così pesantemente. Andando comunque in onda, usando parole forti e ultimative volte a smentire la versione di chi trasmetteva con lei (la Fornario infatti ha annunciato che sabato prossimo non ci sarà). Di sicuro il disagio dev’essere esploso tutto insieme, dal momento che il 7 agosto alle 11, la Cifola ancora condivideva sui social una diretta di entrambe.

LEGGI ANCHE: ITALIA PAESE DI CENSURATI CHE CADONO SEMPRE IN PIEDI

Ora invece in poche righe scrive “nessuna censura” due volte e ribadisce la sua libertà. Facendo l’esempio del lavoro che porta avanti con Enrico Vaime.

Io faccio Blackout col maestro Vaime da 7 anni e ho sempre fatto imitazioni di personaggi politici senza che nessun direttore sia mai intervenuto sui contenuti

Chissà se Francesca Fornario risponderà. Certo, questi episodi di censura, più si va avanti, meno sembrano tali. O almeno su di essi non riescono a mettersi d’accordo neanche le vittime.