Alessandro Di Battista vanity fair
|

Il tour alla Che Guevara di Alessandro Di Battista: prendilo ogni tanto un ostello

Alessandro Di Battista ha lanciato da alcuni giorni un tour in scooter, chiamato #Iodicono, Costituzione coast to coast, per fare campagna per il no al referendum sulle riforme costituzionali. Il deputato M5S girerà l’Italia, con comizi in decine di località organizzati grazie all’ospitalità dei militanti pentastellati. La lotta alla Casta si spinge sino al rifiuto dell’ostello come alloggio troppo costoso.

ALESSANDRO DI BATTISTA E L’#IODICONO TOUR

Dal 7 agosto al 7 settembre Alessandro Di Battista girerà l’Italia per fare campagna contro le riforme costituzionali promosse dal governo Renzi. Il parlamentare più seguito dei 5 Stelle sui social media ha organizzato un tour che ricorda i viaggi in motocicletta di Che Guevara. Non ci sarà la scoperta dell’Italia in miseria come l’America latina degli anni cinquanta, ma un più normale ciclo di comizi in piazza, in scooter e non in moto perchè Di Battista non ha la patente per cilindrate superiore ai 125 cc. Un modo anche per rimarcare mediaticamente la contrarietà del M5S alle riforme costituzionali di Matteo Renzi, che in realtà, specie considerando il combinato disposto con l’Italicum. sembrano piuttosto favorevoli al Movimento. Il tour di Di Battista nelle località vacanziere degli italiani è all’insegna del massimo risparmio. Come ha rimarcato su Facebook, il deputato M5S si farà ospitare a casa dei militanti pentastellati, con tanto di dormita su un letto a castello successiva alla prima tappa di Orbetello.

È bello far parte di una ‪#‎comunità‬ che ti sostiene, ti consiglia, ti carica e ti ospita. ‪#‎iodicono‬ alle riforme del trio Renzi-Boschi-Verdini ma dico sì ad un letto a castello messo a disposizione da amici speciali. A riveder le stelle!

LEGGI ANCHE

Rocco Casalino, il pupillo di Grillo comanda i parlamentari M5S via WhatsApp

ALESSANDRO DI BATTISTA E IL TOUR IN SCOOTER

Un tour per l’Italia, con costante aggiornamento sui social media, ha un costo, per quanto minimizzato da Di Battista fino all’estremo, visto che la lotta alla Casta è da sempre uno degli elementi più forti della narrativa M5S. Il finanziamento del tour #Iodicono è diventato un elemento di polemica tra Alessandro Di Battista e il PD

Se avessero delle argomentazioni valide gli sgherri del PD non accuserebbero chi gira l’Italia in motorino, senza scorta, a spese proprie, per fare comizi su comizi nelle piazze sempre più piene.

Polemica politica poco interessante davvero, però a Di Battista si potrebbe consigliare l’utilizzo di Airbnb per affittare una stanza – si trovano davvero a prezzi modici – o la prenotazione di un letto in un dormitorio in un ostello. Sarebbe ugualmente low cost, potrebbe incontrare ancora più persone, e spenderebbe praticamente ciò che spendono i militanti M5S per ospitarlo nelle proprie abitazioni. Visto che devono spendere benzina per andarlo a prendere, comprargli da mangiare, e così via. L’ostello, come l’Interrail e gli zaini da montagna, è un potente simbolo delle vacanze low cost che i giovani fanno d’estate, e sembra sinceramente più evocativo di un letto a castello, quantomeno più realistico e meno artato.