|

Vacanze gourmet: gli itinerari culinari da non perdere

L’Italia vanta un panorama culinario e gastronomico invidiato e imitato da tutto il mondo. Quando però si cerca di stabilire quali siano i cibi migliori di tutta la nazione, l’indecisione fa da padrona per la variegatura e la ricchezza del nostro panorama gastronomico. Oggi vi consigliamo una lista di suggerimenti di vacanze gourmet per degustare ottimi prodotti cibari e godersi il relax in luoghi meravigliosi, almeno per i nostri gusti.

La Toscana e i “wine tasting”

I “wine tasting” sono percorsi guidati da esperti del settore vinicolo attraverso i quali scoprirete i sapori e la lavorazione di pregiati vini accompagnati da prodotti enogastronomici a km zero. Formaggi, panificati particolari e cacciagione tipica saranno sapientemente accostati con i sapori delle uve del Chianti mentre sarete ammaliati dai paesaggi Unesco della Val D’Orcia e delle colline toscane.

La pasta di Gragnano

La Campania è una terra meravigliosa da visitare con cura. Esiste una piccola località denominata Gragnano famosa per la sua eccezionale produzione di pasta che ha origine nel lontano 1500. Da allora la tradizione è stata tramandata sino ad oggi che il prodotto è certificato IGP (Indicazione Geografica Protetta). Gragnano si trova poco fuori Napoli ed è circondata da meravigliosi mercatini e da spiagge particolarissime nelle vicinanze.

Il tortello è d’obbligo

Si tratta di un piatto apprezzatissimo di cui ogni regione italiana ne rivendica la paternità. Tuttavia esiste una varietà divenuta il simbolo della cucina romagnola e che vale la pena di degustare se siete in vacanza in piena Romagna. Sono anche detti “caplèt” (da cappelletti) e sono tipici dei pasti natalizi, quando solitamente vengono realizzati con ripieno di formaggio e petto di cappone; si tratta di una varietà di ripieno chiamata comunemente “compenso”. Consigliatissimi!

Photocredit copertina: Gerard Julien / Getty Images