|

WhatsFake: come creare finte conversazioni su WhatsApp

WhatsFake: vi è mai capitato di leggere conversazioni buffe condivise dai vostri amici o dalle vostre pagine preferite senza conoscerne il nome dei partecipanti? Il più famoso sito web che condivide questo genere di contenuti è Mentire alle Spunte Blu di WhatsApp. Senza dubbio il migliore tra quelli in circolazione su cui, a volte,  capita di leggere conversazioni assurde!

Non sappiamo se queste conversazioni siano tutte reali e a volte, considerati i contenuti, risulta davvero difficile credere che siano avvenute veramente. Sappiamo con certezza però che è possibile ricreare finte conversazioni di WhatApp del tutto simili a quelle reali.

Vediamo allora come fare per creare finte conversazioni su WhatsApp a partire da una lista di applicazioni tutte da provare

Cominciamo con WhatsFake ZapZap, un’app solo per iPhone che riproduce in maniera molto fedele alla realtà false conversazioni e ci dà la possibilità di salvarle in galleria per condividerle con i nostri amici.

WhatsFake per Android

WhatsFake è invece utilizzabile su qualsiasi dispositivo Android. Anche questa app consente di creare facilmente finte conversazioni con un unico limite: quello del banner pubblicitario rimuovibile solo dietro pagamento.
Fake Chat Simulator per Android è una app utilissima e ben fatta. Tuttavia resta gratuita solo per i primi 20 messaggi, dopo di che occorre pagarne l’utilizzo. Questa offre anche la possibilità di aggiungere l’orario di ultimo accesso e le spunte di ricezione. Peccato per la questione del pagamento!

Parliamo infine di Yazzy, app per Android

Questa applicazione è la più famosa e conosciuta tra tutte perché non si limita alla creazione di finte conversazioni su WhatsApp, ma anche di creare versioni false di conversazioni su Messenger e finti cinguettii su Twitter. Senza dubbio per noi è la migliore da provare!

Perché creare finte conversazioni su WhatsApp?

Potrebbe sembrare una domanda banale ma se riflettiamo meglio, scopriremo che non è così. Tralasciando i contenuti fake con cui divertirsi e scherzare con i propri amici, non ci deve sorprendere se questo tipo di materiale acquisisce un potente potere virale sui social. Si tratta pur sempre di momenti di vita privata che generano molta curiosità e attenzione dal popolo della rete ed è per questo che bisogna imparare ad utilizzarli nel modo corretto e a non abboccare a tutte le informazioni reperibili in rete tra cui queste finte conversazioni che in alcuni casi hanno sollevato veri e propri polveroni.

Photocredit copertina: Mentire alle Spunte Blu di WhatsApp