soldati seminudi turchia
|

Turchia, sul web le foto di soldati seminudi

La scia di violenza e di sangue del colpo di Stato fallito in Turchia rischia di non interrompersi con la cattura dei militari che hanno tentato il golpe del 15 luglio. Sui social network sono infatti spuntate le immagini di decine di soldati detenuti ad ancara seminudi, con le mani e i piedi legati, ammanettati sul pavimento. La comunità teme che dopo il fallimento del colpo di Stato possano nascere le purghe. Tra i rischi c’è anche quello della reintroduzione nel paese della pena di morte, reintroduzione che, come avvertono oggi i vertici dell’Ee e dei principali Stati dell’Unione, potrebbe determinare la fine delle trattative per l’ingresso in Europa.

 

 

TURCHIA, FOTO DI SOLDATI DENUDATI SUL WEB

 

Una foto mostra i soldati turchi legati, a torso nudo e sdraiati, ammassati, è stata scattata precisamente in una palestra in cui è stato allestito un tribunale, a Bakirkoy, nella parte europea di Istanbul. A diffonderla sono stati i media britannici. Altre immagini ritraggono decine di soldati seminudi detenuti a Ankara. Le foto si accompagnano ad altre immagini di soldati golpisti arrestati con evidenti segni di percosse. Finora, non sono tuttavia emersi riscontri ufficiali circa le foto.

 

LEGGI ANCHE > Turchia: il giallo del soldato decapitato al ponte sul Bosforo

 

In Turchia – ha detto il portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel – si sono verificati «episodi rivoltanti di giustizia arbitraria e di vendetta» nei confronti di soldati sospettati di aver partecipato al tentato golpe. «Abbiamo visto nelle prime ore dopo il fallimento del golpe – ha spiegato Steffen Seibert nel corso della conferenza stampa di governo – scene raccapriccianti di arbitrio e di vendetta contro i soldati in mezzo alla strada. Un simile fatto è inaccettabile».

TURCHIA, BILANCIO DI 312 MORTI E 1.491 FERITI

L’ultimo bilancio delle vittime parla di almeno 312 morti e 1.491 feriti nel golpe fallito in Turchia. La cifra è stata aggiornata dal premier Binali Yildirim, secondo cui le vittime sono 145 civili, 60 poliziotti e 3 soldati. A queste, vanno aggiunti almeno 104 morti confermati in precedenza tra i militari golpisti.

TURCHIA, BILANCIO DI 6MILA ARRESTATI

Oggi il ministero dell’Interno turco ha riferito di ben 8.777 funzionari sospesi, tra cui 7.899 poliziotti, 614 gendarmi, 30 governatori provinciali e 47 governatori distrettuali. Ieri invece era stato il ministero della Giustizia a riferire di circa 6.000 sospetti arrestati, di cui almeno 2.839 soldati e migliaia di esponenti del corpo giudiziario, sospettati di essere legati all’imam Fetullah Gulem, accusato di essere stato il mandante del golpe.