virginia raggi lungotevere
|

Lungotevere, il giorno dopo il blitz della Raggi tutto è come prima

Qualcuno direbbe che non si tratta di sfilate ma così, di fatto, lo sono. Dopo la visita del sindaco Virginia Raggi il Lungotevere è tornato come prima: con il suo degrado e la sua sporcizia. Tra siringhe e clochard, ecco le immagini che testimoniano un degrado, quello degli argini capitolini, che è duro a morire. All’indomani del blitz della sindaca Virginia Raggi, decisa a porre fine al bivacco e alla fatiscenza intorno al fiume capitolino, la situazione resta ancora critica. Siringhe, escrementi umani, bottiglie di alcolici, vestiti, cani e accampamenti: lungo la via intorno al Ponte Fabricio, proprio la zona in cui sono intervenute le squadre volute da Raggi, le facce del degrado sono tante. E testimoniano che il bivacco resiste. Anche ai proclami.

Paola Muraro, il Tmb di Rocca Cencia e quelle (solite) parole di troppo

guarda il video:

(Noemi La Barbera/alaNEWS)