Maria Elena Boschi
|

Boschi: «Referendum? Vota no chi sta bene, chi è contento così, i più grandi conservatori» | VIDEO

Sulla riforma costituzionale «ha interesse a votare no chi sta bene, chi è contento così, i più grandi conservatori e, secondo me, coloro anche che pensano meno a chi invece ha più bisogno». È uno dei passaggi dell’intervento del ministro per le Riforme Maria Elena Boschi di stamattina a Napoli, nel corso di un’iniziativa di ‘Ragione Pubblica’, comitato per il sì al referendum dell’autunno prossimo.

 

Riforma costituzionale, Maria Elena Boschi: «Vota no chi pensa meno a chi ha bisogno» / VIDEO

E se Renzi perde il referendum? Sempre più probabile il governo di scopo (per la legge elettorale)

 

«Chi vota no – ha affermato la prima firmataria del ddl di riforma della Costituzione approvato in Parlamento – decide di lasciare le cose come stanno, chi vota sì decide di cambiare il Paese, di avere un Paese più stabile, più efficiente, più semplice. Ha interesse a votare no chi sta bene, chi è contento così, i più grandi conservatori e, secondo me, anche chi pensa meno a chi invece ha più bisogno». «Se tu non stai bene, se hai voglia di cambiare la tua posizione, di migliorare, di crescere, di stare meglio – ha proseguito la Boschi -, non puoi accontentarti dell’esistente, hai bisogno di soluzione nuove, di un sistema più semplice e in grado di darti delle risposte». «Trovo veramente singolare – ha affermato ancora il ministro – sentire tante persone che si lamentano (perché giustamente vorrebbero un Paese con meno pubblica amministrazione, in cui sia più semplice trovare lavoro, con maggiori opportunità) votare per la conservazione, dire che va bene restare come siamo, nella stessa situazione degli ultimi 70 anni». All’iniziativa era presente tutto lo stato maggiore del Partito Democratico campano, ed in particolare i vertici del partito a Napoli e a Salerno, e diversi parlamentari e sindaci. In prima fila erano seduti il governatore Campano Vincenzo De Luca e il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli.

(Immagine e video di: Giornalettismo)