Efe Bal
|

Efe Bal offre uno sconto a chi vota Beppe Sala invece che Stefano Parisi

Efe Bal

offre uno sconto a chi vota Beppe Sala. La nota transessuale, che svolge l’occupazione di professionista del sesso, ha dichiarato la sua intenzione di far pagare meno ai suoi clienti elettori del candidato del centrosinistra alle elezioni di Milano 2016 dopo il veto di Stefano Parisi nei suoi confronti. Il candidato del centrodestra alle elezioni 2016 ha chiesto ai liberali suoi alleati di escludere la nota transessuale dalla lista in suo appoggio.

EFE BAL CONTRO STEFANO PARISI

Efe Bal è diventata protagonista della campagna elettorale per le amministrative di Milano. La nota transessuale aveva accettato la candidatura per uno dei partiti che sostengono la candidatura di Stefano Parisi. Efe Bal voleva correre per il Consiglio comunale nelle fila di una piccola formazione politica, il Partito Liberale, ma il candidato sindaco del centrodestra ha posto un veto. Come è trapelato su diversi giornali, il pomeriggio del 3 maggio c’è stato un battibecco in pubblico fuori da un hotel del centro di Milano tra Efe Bal e Stefano Parisi. La transessuale ha accusato l’ex DG del comune di Milano di averla esclusa perchè fa la prostituta di professione.

EFE BAL E LA POLITICA

Stefano Parisi ha smentito questa interpretazione, rimarcando come la candidatura in Consiglio comunale possa essere garantita solo a chi lo fa per convinzione, non per farsi promozione per altre attività. Oltre a questo, il candidato del centrodestra ha ammesso come la candidatura della trans avrebbe creato problemi con l’anima cattolica della sua coalizione. Una spiegazione che però ha lasciato perplessa Efe Bal, convinta invece che sia stata la sua professione a farle subire il veto di Parisi. Efe Bal aveva già manifestato in passato la sua passione per la politica, mostrandosi insieme a Matteo Salvini per lottare insieme per legalizzare la prostituzione. La Lega Nord aveva promosso un paio d’anni fa un referendum sul tema.

EFE BAL PER BEPPE SALA

Alla testata Lettera D 3 Efe Bal ha concesso una lunga intervista, in cui ha spiegato la vicenda della sua mancata candidatura e i motivi della sua polemica contro Stefano Parisi. Uno scontro che prosegue tanto da farle offrire uno scontro ai clienti che votano per il suo principale avversario, Beppe Sala

D: Ultima domanda: voterà lo stesso per Parisi?
R: No, anzi, lo dico a lei e poi magari lo scriverò anche su Twitter: a chi vota Beppe Sala e mi mostra la foto della scheda elettorale farò 10 euro di sconto sulle mie prestazioni.

Sul suo sito Efe Bal propone le tariffe per i suoi incontri, che partono da un costo minimo di 100 euro.