Matteo Salvini contestato
|

Salvini cacciato dalla Montagnola a Roma, la risposta su Fb: «Mi fate pena»

Contestazione per il segretario della Lega Nord Matteo Salvini che stamattina è stato costretto a rinunciare alla visita al mercato della Montagnola, quartiere a sud di Roma. L’arrivo del leader del Carroccio è stato salutato dagli applausi dei suoi sostenitori ma anche dai cori e dalle grida di una cinquantina di contestatori che, da dentro il mercato, hanno iniziato a gridare slogan come «Odio la Lega, odio la Lega» e «Fuori i fascisti da Montagnola». Sono anche volati insulti contro lo stesso Salvini, che ha poi commentato: «Questa non è democrazia, alle idee si risponde con le idee». A presidiare l’area c’erano due mezzi blindati delle forze dell’ordine ed un cordone di agenti in tenuta antisommossa che hanno bloccato l’ingresso del mercato.

 

 

SALVINI CONTESTATO A ROMA DAI CENTRI SOCIALI, LA RISPOSTA SU FB

Un commenti di Salvini a quanto accaduto è poi arrivato in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. «A Roma, quartiere Montagnola, i soliti violenti dei centri a-sociali bloccano il mercato e lanciano oggetti per impedirmi di incontrare i cittadini. Non mi fate paura, mi fate pena!», ha scritto sul social network il segretario della Lega Nord, che ha anche postato un video dal quartiere romano della Montagnola. Nel video Salvini ha accusato ancora i centri sociali affermando: «Sole su Roma, non al quartiere della Montagnola dove avrei dovuto incontrare tante mamme e cittadini, ma c’era solita trentina di violenti dei centri sociali, zecche rosse, che anche stavolta, lanciando oggetti, hanno deciso che in alcuni quartieri comandano loro, comanda la loro violenza e il loro scarso spirito democrazia». E ancora: «C’erano tanti cittadini, ma torneremo in un momento più tranquillo». Però, «non è normale che ci siano pezzi di città e dell’Italia in mano a un manipolo di balordi a cui, se dipendesse da me, andrebbe insegnata la buona educazione in maniera sonante». Comunque «se pensano che qualcuno si spaventi per questo loro modo di essere squallido hanno sbagliato. E per me campi rom e centri sociali hanno la stessa valenza culturale: zero».

(Immagine da: Facebook.com/salviniofficial)