Concorsone
|

Scuola, via al concorsone: 165mila docenti per 63mila cattedre

Oggi è il giorno del via al concorsone per gli insegnanti precari a caccia di un’immissione in ruolo. Sono precisamente 63.712 i precari in possesso di abilitazione che si contendono i posti banditi dal Ministero dell’Istruzione. Le prime prove scritte riguardano i docenti di sei classi di concorso (tre in mattinata e tre nel pomeriggio): storia dell’arte, laboratori di liuteria, scienze, tecnologie e tecniche agrarie, scienze e tecnologie nautiche, design del libro e laboratori di scienze e tecnologie meccaniche. L’età media dei candidati è di 38,6 anni.

IL CONCORSONE

Spiega oggi La Stampa:

Sono i docenti di storia dell’arte, scienze agrarie e laboratori di liuteria i primi ad affrontare le prove scritte del concorso scuola 2016 per l’immissione in ruolo di 63.712 precari. A contendersi i posti banditi dal ministero dell’Istruzione saranno 165.578 insegnanti già in possesso del titolo di abilitazione, come previsto dalla legge 107, la «Buona scuola». La regione che ha presentato più domande è la Campania, con 24.125 iscritti, seguita da Lombardia, Sicilia e Lazio. La prova, che per la prima volta si svolge al computer, prevede 8 domande a risposta aperta, di cui due in lingua straniera. Il tempo a disposizione per i candidati è di 150 minuti. Le selezioni proseguiranno fino al 31 maggio: gli ultimi ad essere esaminati saranno gli insegnanti della scuola primaria e dell’infanzia.

Non tutti i posti del concorsone verranno assegnati. Dai calendari regionali che riportano la distribuzione dei candidati nelle aule è certo che una parte (probabilmente 2/3mila) dei 64mila posti disponibili non verrà assegnato per la carenza di candidati abilitati. C’è penuria ad esempio di professori di Matematica e Scienze alla media.

(Foto di copertina: ANSA / MASSIMO PERCOSSI)