Registro lobbisti
|

Cos’è il registro dei lobbisti

La Camera dei deputati ieri ha detto il primo sì alla regolamentazione delle lobby. La Giunta per il regolamento di Montecitorio ha infatto approvato un protocollo sperimentale che mette i paletti per chi vuole esercitare l’attività di lobbista. Una delle novità riguarda il registro dei lobbisti, che verrà pubblicato sul sito della Camera.

REGISTRO LOBBISTI

I lobbisti (tutti i soggetti che svolgono «in modo professionale l’attività di rappresentanza di interessi») dovranno anche presentare una relazione annuale sull’attività svolta, anch’essa pubblicata sulle pagine web di Montecitorio. La rappresentanza di interessi è definita come attività «svolta da persone fisiche o giuridiche attraverso molteplici forme, volte a perseguire interessi leciti propri o di terzi nei confronti dei deputati». Ne parla Andrea Marini sul Sole 24 Ore:

Tra i requisiti per potersi iscrivere al registro c’è l’obbligo di avere la fedina penale priva di condanne definitive per reati contro la pubblica amministrazione, contro la fede pubblica e contro il patrimonio. Viene anche introdotto un «anno sabbatico» per gli ex deputati o ex membri del Governo che vogliono dedicarsi a questa attività: dovranno attendere un anno prima di poterla svolgere alla Camera. Ciascun lobbista, nella relazione in cui riferisce tutti i dettagli della propria attività, dovrà soprattutto indicare i deputati contattati. Una falsa dichiarazione in questa relazione è uno dei fatti che comportano sanzioni, che verranno decise dall’Ufficio di presidenza della Camera e potranno andare dalla sospensione del lobbista dal registro sino alla sua cancellazione. Infine, è stato dato mandato all’Ufficio di presidenza della Camera di individuare all’interno di Montecitorio «locali e spazi» entro i quali i lobbisti potranno svolgere la loro attività. A oggi i lobbisti possono stare davanti alle Commissioni prima, durante e dopo le sedute, potendo così incalzare i deputati, specie durante l’esame di provvedimenti importanti come la legge di Stabilità.

(Foto:  ANSA / GIUSEPPE LAMI)