25 aprile saluto romano
|

Milano: saluto romano al cimitero durante la Festa della Liberazione del 25 aprile

Mentre l’Italia ricorda la Liberazione del 25 aprile l’estrema destra, con tanto di saluto romano, si presenta al cimitero Maggiore, a Milano, per commemorare i caduti della Repubblica Sociale Italiana al Campo 10.

25 aprile saluto romano

Perché gli ex deportati nei campi nazisti non sfileranno con l’Anpi a Roma

SALUTO ROMANO AL CIMITERO: L’ALTRA MILANO DEL 25 APRILE

Oltre un centinaio di attivisti dell’associazione “Lealtà e Azione” e “Casapound” hanno partecipato questa mattina al consueto appuntamento per omaggiare i caduti. La manifestazione è stata controllata da un ampio spiegamento di forze dell’ordine. Al momento del saluto – spiegano le agenzie – la maggior parte dei presenti ha alzato il braccio teso. Ieri, invece, in una celebrazione analoga da parte di altre sigle e associazioni di estrema destra e combattentistiche, era stato urlato “Sieg Heil” ma senza fare il saluto romano.

guarda il video diffuso dal Corriere della Sera:

L’azione ha scatenato una serie di polemiche. Il presidente di Zona 8, Simone Zambelli, ha presentato un esposto denuncia al commissariato di polizia. Secondo quanto denuncia Anpi la manifestazione dei reduci della Repubblica Sociale avvenuta al campo X del cimitero Maggiore «ha visto oltre ai soliti saluti romani e all’esibizione dei gonfaloni della Repubblica sociale italiana anche la presenza del labaro della 29 Waffen-Grenadier-Division der SS e di simboli nazisti esposti su cappelli da alcuni giovani presenti». «Ci chiediamo cosa altro debba succedere e se sia necessario vedere le bandiere con la croce uncinata — dice Antonella Barranca dell’Anpi di Zona 8 —, affinché si ponga fine una volta per tutte a queste cerimonie indecenti che nulla hanno a che vedere con la pietas verso i morti ma che sono veri e propri raduni politici dove si compie il reato di apologia del fascismo e del nazismo». Durante il sit-in di estrema destra l’Anpi ha presidiato il campo della Gloria ricordando i partigiani. Ecco il tweet di Lorenza Ghidini, inviata per Radio popolare.

(in copertina foto Ansa)