Milan haka
|

La “Haka” del Milan ha fatto ridere tutto il mondo. Anche Buzzfeed

Milan haka da dimenticare, è stata un disastro. Le risate del mondo intero diffuse su Twitter ne sono la conferma. Prima di Milan-Carpi, posticipo della trentaquattresima giornata di Serie A, è andato in scena a San Siro un qualcosa che ha riscritto, per molti tifosi, il concetto stesso di imbarazzo. Ventidue figuranti, equamente divisi tra giocatori del Carpi e del Milan, hanno mandato in scena una pantomima che doveva ricordare in qualche modo la “Haka” neozelandese.

MILAN HAKA, LA STORIA

Dietro quanto accaduto a San Siro c’è una nota azienda che ha provato a lanciare l’hashtag #tekitanka mettendo appunto in scena una loro versione dell’haka: 11 giocatori del Milan che simulano la danza cambiando alcune mosse mettendoci in mezzo carezze sul viso e 11 del Carpi che si abbracciano in risposta al gesto. Il tutto sotto gli sguardi allibiti della Curva Sud che alla fine dell’esibizione si è prodotta in fischi assordanti, accompagnata dal resto dello stadio.

MILAN HAKA, L’IRONIA DI BUZZFEED E LE SCUSE DI BEIERSDORF AUSTRALIA

La famosa Haka del Milan non è piaciuta a nessuno ed è diventata oggetto di scherno e dileggio anche all’estero, come dimostrato da Buzzfeed ironizzando sul destino del Milan, una delle squadre più titolate d’Italia e oggi costretta a questa scenetta. Peraltro Clynton Bartholomeusz, managing director per l’Australia di Beiersdorf, multinazionale proprietaria del prodotto in questione, si è subito prodotto in scuse nonostante l’azienda non sapesse cosa stava accadenso in Italia: “Riconosciamo che la Haka ha un’importanza enorme nella cultura Maori e per la Nuova Zelanda e per questo chiediamo scusa se qualcuno si è sentito offeso“.

Un successone di dimensione planetarie, quindi.

TAG: Calcio, Milan