natale di roma
|

Natale di Roma, perché oggi è il compleanno della capitale e gli eventi per il 2769esimo anno di Roma

Il Natale di Roma, anche detto Dies Romana o Romaia è una festività laica che celebra il giorno della fondazione di Roma. Viene festeggiato il 21 aprile secondo i calcoli astrologici di Lucio Taruzio, poi riportati da Marco Terenzio Varrone. Durante il fascismo, Mussolini proclamò il 21 aprile festa ufficiale del Fascismo, una scelta che Antonio Gramsci identificò nel tentativo di legare il partito, in maniera ancora più salda, alle origini dell’impero. La festa del Lavoro del primo maggio venne anticipata al 21 aprile, giorno “significante l’avvenuta rinascita della Romana grandezza”. Nel 1945 ovviamente il decreto fu cassato e i festeggiamenti per il Natale di Roma vennero di nuovo limitati all’ambito cittadino.

EVENTI PER IL NATALE DI ROMA

Letture di poesie, concorsi di latino, concerti, installazioni artistiche, rievocazioni storiche, musei gratis, visite guidate e monumenti illuminati. È questo il programma del compleanno di Roma illustrato in Campidoglio dal Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca. Gli eventi in agenda vanno dal 20 aprile al 6 maggio iniziati con la maratona di sonetti del Belli nella sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini. Cuore delle celebrazioni sarà il giovedì 21 a partire dalle 11, quando in aula Giulio Cesare di palazzo Senatorio ci sarà l’edizione annuale della Strenna dei Romanisti, con premi, concorsi, concerti con le bande di Esercito, Guardia di Finanza, Aeronautica, Marina, Polizia, Polizia Penitenziaria e Carabinieri. Il 21 aprile i Musei Civici di Roma Capitale sono aperti gratis: liberamente visitabili le collezioni e le mostre in corso. Sempre giovedì è prevista la riapertura di due spazi storici restaurati: Giardino degli Aranci alle 12.30 e giardino di piazza Cairoli alle 15. Si aspetterà il tramonto per l’accensione della nuova illuminazione del Foro Romano alle 19.58 in punto. In serata a bordo Tevere “una performance musicale e di danza al cospetto di Triumph and laments, il fregio di 500 metri realizzato dal sudafricano William Kentridge pulendo selettivamente la patina biologica del travertino dei muraglioni (il progetto è dell’onlus Tevereterno). A conclusione, i Viaggi nell’antica Roma di Piero Angela ai Fori di Augusto, Cesare e Traiano”.

NATALE DI ROMA FINO AL 6 MAGGIO

Gli eventi continueranno anche nei giorni successivi con la riapertura di Villa Aldobrandini venerdì 22 e le rievocazioni storiche al Circo Massimo. Si chiude venerdì 6 maggio alla Protomoteca del Campidoglio con l’esecuzione de La primavera da Le quattro stagioni di Vivaldi e la Sonata per violino e pianoforte n. 5 in fa maggiore, opera n. 24 “la Primavera” di Beethoven. Qui è possibile scaricare il calendario completo giorno per giorno di tutti gli eventi.