Insegnanti
|

Alunna autistica discriminata da compagni, gita sospesa

Gita scolastica sospesa per le discriminazioni ad un’alunna autistica. È la decisione assunta da una scuola media di Legnano, in provincia di Milano, dopo i gravi episodi di cui è stata vittima una ragazza di 13 anni. Il viaggio verso Mauthausen, in Austria, che sarebbe dovuto cominciare oggi) è stato per il momento annullato, in attesa dei riscontri degli ispettori. Lo racconta Andrea Galli sul Corriere della Sera:

La ragazzina era stata rifiutata dai compagni di classe che, con un fitto carteggio di messaggi su WhatsApp, avevano fatto sapere di non volerla in stanza con loro. Sua mamma aveva optato per tenerla a casa: «Se non la vogliono, non è giusto che partecipi; è già stata umiliata, evitiamo ulteriori violenze». La scuola non aveva sollevato obiezioni e aveva tirato dritto, annunciando che la gita ci sarebbe ugualmente stata per tutti gli altri studenti. Decisivi, per «spingere» la decisione di sospensione, sono stati tre interventi. La ministra dell’Istruzione Stefania Giannini ha telefonato alla madre della tredicenne, promettendo immediata chiarezza, invitando la famiglia a Roma per un incontro, e iniziando già a studiare nuove strategie per arginare sempre di più il bullismo in classe. Fondamentale anche la mobilitazione della Fondazione museo della Shoah.

La comunità ebraica ha offerto alla bambina di accompagnarla. Nel caso è intervenuto anche il provveditore di Milano. La scorsa settimana il dirigente aveva ricevuto a lungo la madre della ragazza e aveva accelerato le verifiche.

(Foto da archivio Ansa)