Michele Emiliano quorum referendum trivelle
|

Quorum e referendum trivelle, Michele Emiliano: «Un successo enorme»

Quorum e referendum trivelle, il day after sui giornali fioccano le dichiarazioni di “vittoriosi” e “sconfitti” dopo una campagna referendaria all’ultimo respiro. Michele Emiliano, governatore della regione Puglia e fra i più importanti promotori del referendum, commenta su Corriere e Repubblica.

QUORUM E REFERENDUM TRIVELLE, MICHELE EMILIANO

“E’ stato uno straordinario successo”, “avevo detto che sarebbe stato un successo avere dieci milioni di voti. Siamo andati ben oltre. E’ il secondo referendum più partecipato negli ultimi 15 anni, dopo quello sull’acqua. E’ più di quanto ha preso il Pd alle Europee. Siamo di fronte alla più grande aggregazione ambientalista d’Europa, che chiede risposte”. Così, per esempio in una intervista al Corriere della Sera e a Repubblica, il governatore della Puglia Michele Emiliano commenta l’esito del referendum.

REFERENDUM TRIVELLE, MICHELE EMILIANO COMMENTA IL VOTO

“Il governo aveva tentato un’operazione segreta: inserire nello Sblocca Italia norme che avviavano la trivellazione nelle 12 miglia – spiega il governatore -. Quando abbiamo provato a discutere, il governo non ci ha ricevuto. E solo di fronte al referendum si è dovuto fermare, bloccando le nuove trivellazioni entro le 12 miglia. Un successo enorme” perchè “un popolo si è ribellato, da oggi il premier farà i conti con me” aggiunge Emiliano a Repubblica. E’ stata insomma “una grande vittoria politica che ha dimostrato come, col sabotaggio sistematico della comunicazione di governo, con l’opposizione strenua dei poteri forti di questo paese e non solo, a cominciare dai petrolieri, con le correnti o pseudo tali del partito di maggioranza che non hanno fatto altro che remarci contro, ebbene contro tutto questo, dodici milioni di italiani sono andati alle urne infischiandosene di chi ha fatto di tutto per indurli a rimanere a casa. Vi sembra poco?”