bonus 500 euro diciottenni renzi
|

Bonus 500 euro diciottenni: l’app per usarlo

Bonus 500 euro diciottenni. Ci sarà una app – un marketplace dedicato – per poter utilizzare il bonus 500 euro per i diciottenni: una dotazione di fondi a disposizione di chi compierà la maggiore età nel nostro, paese, spendibile esclusivamente in eventi culturali. Musica, teatro, cinema, mostre: l’idea del governo è quella di “investire un euro in cultura per ogni euro investito in sicurezza”, e attraverso la piattaforma digitale questo impegno potrebbe concretizzarsi.

BONUS 500 EURO DICIOTTENNI, UNA APP PER USARLO

A parlarne è il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Tommaso Nannicini, riportato dal Messaggero: ieri, durante la nuova edizione di #MatteoRisponde su Facebook, il presidente del consiglio dei ministri Matteo Renzi è tornato ad annunciare che il governo è pronto ad emettere il decreto.

La misura inserita nella legge di stabilità non era stata ancora attuata. E non sarà un’iniziativa isolata, promette il premier: «Ci sarà tutti gli anni, non è una cosa solo per il 2016». Ma non solo economia: «Se la settimana prossima la Camera fa qualche seduta notturna, entro aprile le unioni civili saranno legge. Sarà un gran giorno, di festa», anticipa Renzi, che alle comunali di giugno avrà così una riforma realizzata in più al suo arco, dopo quelle economiche e quella della Costituzione. Il meccanismo, assicura Nannicini, che gestisce i dossier economici a Palazzo Chigi, sarà semplice. «Il decreto è pronto: ci sarà un market place online con un’ app. Sarà possibile registrarsi e generare voucher» dal valore complessivo di 500 euro per ciascun diciottenne, da spendere «in musei, cinema teatri». Si potranno comprare, insomma, solo «spettacoli dal vivo», precisa Renzi: «Non possiamo permettere che la gente compri qualsiasi cosa».

 

 

LEGGI ANCHE: Twitter in delirio per i prediciottesimi

La misura di politica per i giovani è stata annunciata da molto tempo da parte del governo, e non sono mancate le polemiche riguardo il ritardo con cui la stessa è stata implementata. LaVoce.info aveva poi criticato il fatto che, ad essere esclusi dalla misura, saranno i diciottenni extracomunitari residenti in Italia 

Il bonus interessa solo i ragazzi italiani e stranieri comunitari che diventeranno maggiorenni nel 2016. Ne sono esclusi invece i giovani extracomunitari (comma 979) che sono cresciuti in Italia, hanno frequentato la scuola italiana e probabilmente faranno richiesta della cittadinanza italiana secondo la normativa vigente. È un’opportunità persa, dato che il loro numero non è elevato e quindi con un costo ridotto si sarebbe potuto realizzare un passo importante per l’integrazione anche culturale di nuovi cittadini italiani.