Elezioni Comunali Milano 2016
|

Amministrative a Milano: Stefano Parisi avrà pure la lista civica con il suo nome

Alle Elezioni Comunali Milano 2016 anche Stefano Parisi avrà una lista civica con il suo nome. Scompare il riferimento all’ex sindaco Gabriele Albertini, ex sindaco di Milano e senatore eletto nella lista di Monti nel 2013, che si è detto contento per la scelta. Alle elezioni Comunali 2016 il centrodestra si presenta a Milano compatto e largo come in una nessun’altra città italiana, dalla destra di Fratelli d’Italia, alla Lega fino ai centristi che sostengono il governo Renzi e all’ultima nuova entrata: Italia Unica di Corrado Passera.

Stefano Parisi avrà quindi una lista civica come Beppe Sala. Al suo interno ci saranno figure quali Stefano Zecchi, ex assessore alla Cultura nelle giunte di centrodestra, l’ex presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri, il vicedirettore di Panorama Maurizio Tortorella e diversi esponenti legati a Corrado Passera.

LA BENEDIZIONE DI GABRIELE ALBERTINI

Inizialmente la lista civica di Stefano Parisi avrebbe dovuto portare un riferimento a Gabriele Albertini. L’ex sindaco, uscito ormai da tempo da Forza Italia, è stato eletto senatore nella lista di Mario Monti, e ora fa parte del gruppo di Area popolare. Schierato con il governo Renzi, Gabriele Albertini si sta però impegnando con entusiasmo per la candidatura di Stefano Parisi. Il candidato sindaco è stato direttore generale del comune di Milano durante i due mandati da primo cittadino di Albertini, e i due sono legati da un forte rapporto personale. Silvio Berlusconi aveva chiesto a Stefano Parisi di rinunciare a una lista civica col suo nome per non drenare troppi voti a Forza Italia, ma la sfida elettorale a Beppe Sala ha suggerito una diversa strategia.

CORRADO PASSERA PER STEFANO PARISI

All’interno della lista civica di Stefano Parisi ci sarà una presenza cospicua di uomini legati a Corrado Passera. Il nome della lista avrà anche un esplicito riferimento al movimento dell’ex ministro del governo Monti, «Per una Milano unica». Italia Unica di Passera è un progetto politico mai sostanzialmente partito, e dopo la rinuncia alla candidatura autonoma per la guida di Milano si sta ricollocando integralmente nel centrodestra. Corrado Passera non farà comunque parte della lista civica in appoggio a Stefano Parisi, così come ha annunciato che rinuncerà a un eventuale ingresso in giunta.