Gianroberto Casaleggio
|

Casaleggio, su Twitter gli avversari: «Geniale, ha cambiato la politica»

«Geniale». «Tenace e carismatico». «Resta di lui un impegno di innovazione che segnerà la politica italiana». Oltre ad esprimere cordoglio, a pochi minuti dalla notizia della morte di Gianroberto Casaleggio gli avversari politici del fondatore del Movimento 5 Stelle hanno cominciato a postare sui social network anche messaggi di ricoscimento del ruolo che il manager ha avuto nella storia recente del nostro paese. Dai loro account di Twitter deputati e senatori lontani dalle posizioni di Casaleggio ne hanno sottolineato il coraggio e ricoscosciuto la rivoluzione compiuta nel campo della comunicazione.

 

 

 

CASALEGGIO MORTO, GLI AVVERSARI: «HA CAMBIATO PER SEMPRE I CONTENUTI»

«Addio a Casaleggio, intellettuale immaginifico e provocatorio. Ha cambiato PER sempre modi e contenuti della politica», ha scritto l’ex ministro e deputato di Forza Italia Gianfranco Rotondi. «Non conoscevo personalmente Casaleggio, ma sarei stato curioso di confrontarmi con lui», ha ammesso invece il deputato azzurro Guglielmo Picchi. Il deputato Pd Erneto magorno, intanto: «Se ne va un protagonista della politica italiana degli ultimi anni». «Sotto il profilo politico-ideologico assolutamente in dissenso, ma indiscutibili la tenacia ed il carisma», ha commentato il senatore di Area Popolare Aldo Di Biagio.

 

 

 

 

CASALEGGIO MORTO, GLI AVVERSARI: «HA RIVOLUZIONATO LA COMUNICAZIONE»

Poi, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin: «Ha rivoluzionato la comunicazione politica nel nostro Paese». Il senatore Pd Francesco Russo: «Spesso non ho condiviso le scelte di Gianroberto Casaleggio ma resta di lui un impegno di innovazione che segnerà la politica italiana». Per il deputato Dem Alfredo Basoli Casaleggio del M5S è stato «geniale inventore» e «unica sua vera mente strategica». L’onorevole di Conservatori e Riformatori Massimo Corsaro: «Comunque lo si valuti, Casaleggio è stato uno di quelli che hanno marcato un “prima” e un “dopo”». L’ex ministro Stefania Prestigiacomo, deputato di FI: «La rivalità politica non mi impedisce di riconoscerne meriti». Nicola Fratoianni, Sel: «Comunque la si pensi se ne va un protagonista della politica italiana».    

 

 

 

 

(Immagine di copertina: ANSA / MATTEO BAZZI)