sito web1
|

Il sito per adulti che “banna” un intero stato per “punizione” dopo le leggi anti gay

Niente video per adulti in North Carolina. Almeno non di Xhamster, sito che ha deciso di bannare tutti gli utenti che provengano dagli Ip dello stato americano per via delle leggi controverse in tema di diritti civili e omosessuali approvate nei giorni scorsi, più precisamente il 23 marzo. Tra le altre cose, la norma sulle  “Installazioni pubbliche per la privacy e la sicurezza” introduceva restrizioni per l’utilizzo dei bagni da parte dei trans e impediva alle comunità locali di vietare forme di discriminazioni. Era già stata oggetto di una dura reprimenda di Bruce Springsteen, che per questo aveva annullato un concerto nei giorni scorsi.

LA BATTAGLIA PER I DIRITTI LGBT IN NORTH CAROLINA

Cosi il sito ha dapprima pubblicato i dati di ricerca degli utenti in North Carolina (secondo i quali il termine “transessuale” sarebbe stato cercato 400.000 volte, mentre “gay” è stato digitato in circa 320.000 volte), e poi ha oscurato completamente il sito e i video per l’intera North Carolina. In un comunicato ufficiale, Xhamster ha spiegato così la propria decisione

“Abbiamo passato gli ultimi 50 anni a combattere per l’uguaglianza per tutti e queste leggi discriminatorie XHamster non le può tollerare” ha detto in un comunicato ufficiale inviato a The Huffington Post il portavoce del sito Mike Kulich. “A giudicare dalle statistiche di quello che cercano gli abitanti del nord carolina, riteniamo questa punizione abbastanza grave”