giuseppe de giorgi indagato petrolio
|

Petrolio, indagato anche il Capo di Stato maggiore della Marina

L’inchiesta sul petrolio, che giovedì sera ha portato alle dimissioni del ministro per lo Sviluppo Economico Federica Guidi, si estende anche alle forze armate. Le indagini sull’impianto di Tempa Rossa, a Pontenza, hanno portato all’iscrizione nel registro degli indagati del Capo di Stato maggiore della Marina Giuseppe De Giorgi, e di Valter Pastena, dirigente della Ragioneria dello Stato.

giuseppe de giorgi indagato petrolio
ANSA

LEGGI ANCHE: Federica Guidi: «Non ho rivelato nessun segreto di Stato»

LE ACCUSE E LA SFIDUCIA

Le accuse per loro vanno dall’associazione a delinquere, al traffico di influenze, passando per l’abuso d’ufficio. Stessi capi d’imputazione contestati a Gianluca Gemelli, convivente della Guidi. Intanto l’opposizione è sul piede di guerra, attacca il governo e Maria Elena Boschi in primis annunciando la mozione di sfiducia. A votare contro l’esecutivo saranno M5S, Lega, Sel, Forza Italia, Fdi, e Conservatori e Riformisti.

LA REPLICA DI RENZI

Matteo Renzi intanto, da Washington risponde con calma, ricordando che «ormai le mozioni di sfiducia sono settimanali». «Tempa Rossa – afferma – è un provvedimento giusto, sacrosanto. Io stesso l’avevo annunciato: porta investimenti stranieri e posti di lavoro». Il premier sottolinea come la Guidi non abbia commesso reati ricordando solo «Una telefonata inopportuna che riguarda solo lei e con grande serietà si è dimessa a dimostrare che con noi qualcosa è cambiato». Il grillino Di Battista replica ancora, ricordando che i posti di lavoro generati da investimenti sulle rinnovabili sarebbero decisamente maggiori.

DE GIORGI: «SORPRESO E AMAREGGIATO»

L’ammiraglio De Giorgi, intanto, rigetta ogni accusa e si dice estraneo ai fatti: «Non conosco sulla base di quali fatti il mio nome venga associato a questa vicenda – ha detto De Giorgi – La cosa mi sorprende e mi amareggia, e tutelerò la mia reputazione nelle sedi opportune».

(Photocredit copertina: ANSA/ GUIDO MONTANI)