Motogp 2016 Gran Premio d'Argentina
|

Motogp 2016, Gran Premio d’Argentina: Jorge Lorenzo l’uomo da battere

MOTOGP 2016 GRAN PREMIO D’ARGENTINA

La MotoGp riparte dall’altra parte del mondo. Il campionato del mondo di motociclismo dopo la gara inaugurale nel buio del Qatar si sposta in Sudamerica, per la precisione in Argentina, per il secondo round del Mondiale. Si corre sul circuito di Termas de Rio Hondo, in una zona a dir poco depressa del Paese, a poca distanza dal confine con la Bolivia. I piloti non avranno distrazioni e potranno concentrarsi al massimo nel tentativo di rispondere allo strapotere di Jorge Lorenzo.

MOTOGP 2016 GRAN PREMIO D’ARGENTINA, VALENTINO ROSSI DEVE RISPONDERE A JORGE LORENZO

La gara inaugurale in Qatar ha dato qualche certezza che forse i tifosi italiani non volevano vedere. Il numero 99 dopo le polemiche di Sepang e Valencia ha dimostrato di essere il più forte in pista. Valentino Rossi aveva provato a tenere alta la tensione sfruttando anche un contatto ravvicinato tra i due nelle prove ma al momento della corsa i ruoli sono stati definiti fin da subito: Lorenzo davanti, il Dottore dietro. Problemi di gomme? Di assetto? Di ciclistica? Non è dato sapere. Il 46 è rimasto dietro anche a Andrea Dovizioso, straordinario secondo, e a Marc Marquez, terzo e in crisi con le gomme. Valentino Rossi deve puntare al podio, in caso contrario la ricorsa al decimo iride sarà quantomeno complicata. Andrea Dovizioso invece cerca un secondo podio con la nuova Desmosedici con il forlivese molto più costante di Andrea Iannone, caduto in Qatar. La Honda c’è con Marc Marquez mentre Daniel Pedrosa o si riprende o rischia il taglio a fine stagione.

 

LEGGI ANCHE: Motogp 2016, i piloti e team della prossima stagione

 

MOTOGP 2016 GRAN PREMIO D’ARGENTINA, UN GIRO SUL CIRCUITO “TERMAS DE RIO HONDO”

Il Gp d’Argentina si corre per la terza volta sul circuito Termas di Rio Hondo. La pista è lunga 4.805 metri e ha 14 curve. Il rettilineo principale, da solo, è lungo 1.076 metri. Dopo la partenza i piloti affrontano un tornante molto largo verso destra, la curva 1 che lancia verso un breve rettilineo che porta a un nuovo tornante molto più stretto a sinistra, la curva 2. La 3 è una curva a destra da fare in accelerazione verso la 4, altra piega a destra che lancia nel rettilineo di oltre un chilometro. Al termine di questo allungo c’è la 5, una curva a gomito verso destra che porta a una piega a sinistra da fare in piena accelerazione, la 6. Si arriva alla curva 7, a destra, che introduce in un complex molto ondulato e caratterizzato da medie abbastanza basse (curva 8 a destra e 9 a sinistra). Le curve 10-11-12 sono in realtà un unico curvone con piega a sinistra molto importante sia per accelerazione sia per trazione e porta alla curva 13, un gomito stretto che apre per la 14, curva che rimanda sul traguardo.

MOTOGP 2016 GRAN PREMIO D’ARGENTINA, GLI ORARI IN TV SU SKY E TV8

L’appuntamento con il Gran Premio d’Argentina sarà un’esclusiva di Sky che trasmetterà la gara in diretta solo per gli abbonati al pacchetto “sport”. L’appuntamento con Sky Motogp inizierà venerdì primo aprile con le prove libere 1 alle 15.55 ora italiana. e le seconde libere alle 19.05. Sabato 2 aprile la classe Motogp effettuerà le terze prove libere alle 14.55 mentre le qualifiche inizieranno alle 19.10. La gara della classe Motogp partirà alle 21.00 anticipata dalla Moto3 alle 18.00 e dalla Moto2 alle 19.20. Tv8 trasmetterà la gara in differita con tre ore di ritardo. Ciò significa che la Moto3 andrà in onda alle 21.00, la Moto2 alle 22.20 e la Motogp alle 24 ora italiana. Tv8 trasmetterà anche la sessione di qualifiche della classe Motogp a partire dalle 22.10.

 

 

TAG: MotoGp