La bufala di Umberto Veronesi che convalida il metodo Di Bella

Bufala

La bufala dell'approvazione da parte del famoso oncologo del metodo Di Bella sta in un articolo scritto nel 2015 e copiato tre volte senza che vi sia un "virgolettato" di Umberto Veronesi

Nelle ultime ore in rete si è diffuso un articolo in cui si parla di una riabilitazione della cura Di Bella considerata ora determinante per combattere i tumori. A confermarlo sarebbe stato il celebre oncologo Umberto Veronesi. Purtroppo si tratta di una bufala, e diciamo purtroppo perché al di là della vicenda sarebbe stato importantissimo avere una conferma dell’efficacia del metodo come sistema anti-tumorale.

BUFALA DI UMBERTO VERONESI, L’ARTICOLO CONDIVISO 12.000 VOLTE SU FACEBOOK

La notizia è stata scoperta da David Puente che l’ha trovata pubblicata a sua volta sul blog La Stella. La notizia, dal titolo: “Dopo 20 anni, convalidato il Metodo Di Bella per la cura dei tumori!” è stata condivisa da 12.000 persone su Facebook, a dimostrazione di come l’argomento sia sentito sia per ciò che tratta sia per quanto accaduto ormai 18 anni fa. Il pezzo si apre con queste parole:

Ci sono voluti parecchi anni, ma alla fine il metodo Di Bella, la cura anti-tumori a base di farmaci biologici, creata dal medico fisiologo scomparso nel 2003, è stata riconoscita valida da Umberto Veronesi. Uno studio scientifico dell’Università di Firenze e approvatodall’Istituto europeo perl’Oncologia, ha confermato, infatti, la validità del metodo. E viene da sorridere, perchè lo stesso, identico metodo fu bocciato dalministero della Salute nel lontano 1998. Lo studio dell’Università di Firenze è stato pubblicato sulla celebre rivista European Journal of Pharmacology ed ha avuto il benestare scientifico dell’Istituto europeo di Oncologia, capitanata dal professor Umberto Veronesi. A quindici anni dalla fine della sperimentazione il Metodo Di Bella sta tornando a far parlare. Migliaia di pazienti si stanno rivolgendo a Giuseppe Di Bella, che sta portando avanti la terapia inventata dal padre Luigi, per essere curati. Ci sono, inoltre, migliaia di casi di guarigione e i tribunali di diverse città hanno imposto alle ASL locali di rimborsare le cure ad alcuni malati. La sperimentazione di questa terapia alternativa era stata bocciata a fine anni ’90, ma da un’indagine del PM Raffaele Guariniello era emerso che c’erano stati gravi errori nella sperimentazione. È significativo un articolo di Marco Travaglio pubblicato su Repubblica nel settembre del 2000, in cui il giornalista raccontava i lati oscuri della vicenda. Dosi sballate e farmaci scaduti, così la sperimentazione della cura Di Bella è stata corrotta da gravi irregolarità che volevano farla bocciare! Troppi interessi economici delle case farmaceutiche che non potevano guadagnare con questo metodo come invece continuano a fare con le chemioterapie e farmaci dannosissimi.

BUFALA DI UMBERTO VERONESI, L’ARTICOLO COPIATO DA UN PEZZO DEL 2015

E viene arricchito da riferimenti a studi, ricerche e testimonianze. Tuttavia questo articolo non è altro che un copia-incolla dello stesso pezzo pubblicato il 13 giugno 2015 dal sito Zapping2015.altervista.org che a sua volta aveva copiato da quello dell’undici febbraio 2015 di Dionidream intitolato “Veronesi convalida il Metodo Di Bella: Il tumore regredisce“. E a leggerlo bene manca una dichiarazione effettiva del professor Veronesi. Una bufala, quindi.