|

Il sonno: dormite bene, sarete persone migliori

IL SONNO: DORMIRE FA BENE ALLA SALUTE

“Una buona risata e un lungo sonno sono le migliori cure nel libro del medico” recita un noto proverbio irlandese. Ed infatti sembra essere proprio questo il messaggio di alcuni esperti della Società Italiana di Neurologia (SIN), che celebrano la Settimana Mondiale del Cervello puntando i riflettori sui disturbi legati al sonno. Disturbi che, pur essendo estremamente diffusi, sono spesso molto sottovalutati. Allarmati risultano i toni di Gianluigi Gigli, Ordinario di Neurologia presso l’Università di Udine. “I problemi che possono derivare da una cattiva gestione delle ore di sonno colpiscono circa 13 milioni di italiani. Sono disturbi che si associano spesso ad altre malattie, soprattutto a carico del Sistema Nervoso.” afferma, ripreso dalle agenzie.

VEDI ANCHE: Gli 11 motivi per cui correre fa bene alla salute

IL SONNO: I DISTURBI

Effettivamente, il sonno rappresenta per l’uomo una componente fondamentale; basti pensare che un terzo della vita si trascorre dormendo. Viene spontaneo, dunque, dedurre che un’alterazione di questo aspetto della vita umana possa nuocere gravemente all’individuo. Dormire poco e male, ad esempio, contribuisce notevolmente al decadimento cognitivo e al rischio di demenza; sempre più frequenti sono i soggetti colpiti da apnee durante il sonno; infine, quasi tre milioni di italiani sono colpiti dalla sindrome delle gambe senza riposo.  Vi sono inoltre sindromi particolarmente gravi che trovano alcune delle loro manifestazioni proprio nelle ore di sonnolenza; basti pensare ai soggetti affetti da attacchi epilettici, che lamentano disturbi quali l’insonnia, movimenti periodici di arti durante il sonno, eccessivo senso di stanchezza durante le ore diurne. Secondo alcuni studi, inoltre, anche le persone affette dalla sindrome di Alzheimer farebbero fatica ad addormentarsi, con conseguenti attacchi di panico e manifestazioni di iperattività durante le ore di veglia.

IL SONNO: LA SUA IMPORTANZA

La qualità del sonno, inoltre, può essere compromessa da molti fattori, come un letto scomodo, troppa luce in una stanza, sentimenti di ansia e angoscia che disturbano le ore di riposo. I frutti di una cattiva gestione delle ore di sonno, inoltre, si vedono subito: malumore, aumento del tasso di stress, percezioni talvolta esagerate di pericolo. A volte, dunque, basterebbe rallentare un po’ i ritmi. Respirare. E rendersi conto dei privilegi che può portare avere un buon materasso e qualche coperta.

 

 

TAG: Sonno