Elezioni Roma 2016
|

Non solo Meloni e Bertolaso, Tosi, sindaco di Verona: «Sto pensando di candidarmi come sindaco di Roma»

La frammentazione del centrodestra in vista delle Elezioni 2016 a Roma è quasi imbarazzante. Insieme ad Alfio Marchini, Francesco Storace, Guido Bertolaso e Giorgia Meloni alle Amministrative della prossima primavera nella Capitale potrebbe candidarsi perfino l’attuale sindaco di Verona e fondatore del movimento parlamentare ‘Fare!’ (ed ex vicesegretario della Lega Nord) Flavio Tosi. A riferirlo è stato lui stesso, nel corso di una conferenza stampa alla Camera dei deputati.

 

Elezioni Roma 2016: quando e come si vota per il sindaco alle Comunali

 

ELEZIONI ROMA 2016, ANCHE TOSI VUOLE CANDIDARSI A SINDACO DELLA CAPITALE

«Sto pensando di candidarmi a Roma, alcuni amici – ha dichiarato Tosi – me l’hanno chiesto e io il sindaco lo so fare. Come dice Berlusconi servono uomini del fare e io oltre a essere il segretario di Fare! ho dimostrato di aver le capacità di fare l’amministratore». «Già sono sindaco della Roma del Nord e penso che la capitale sia una sfida, non sono romano ma anche i romani mi riconoscono di essere un buon sindaco e comunque alle comunali si vota la persona, non l’ideologia. Amministrare la macchina romana – ha affermato ancora – è una impresa ardua ma a Verona ho creato una città efficiente e ordinata».

«La genesi della candidatura di Meloni – ha spiegato ancora Tosi – sarebbe stata lineare se avesse deciso di candidarsi a Roma al primo incontro con Berlusconi e Salvini. E invece quel che è successo è riassumibile nella parola ‘slealtà’». «Lei e Salvini – ha proseguito il primo cittadino – hanno detto di sostenere Bertolaso e poi hanno fatto di tutto per sputtanarlo e ora e’ chiaro che era tutto combinato per arrivare proprio a questo risultato. Questo è un modo molto brutto di fare politica e penso che gli elettori di centrodestra siano disgustati».

(Foto di copertina: ANSA / ALESSANDRO DI MARCO)