Elezioni Milano 2016
|

Elezioni Milano 2016: stallo centrosinistra. No di Beppe Sala a Verdini per le Comunali

Elezioni Milano 2016: centrosinistra in stallo. Sala dice no a Verdini

A un mese dalle primarie il centrosinistra di Milano non è ancora riuscito a costruire una coalizione per le elezioni 2016. Il PD e Giuseppe Sala cercano una difficile sintesi con Francesca Balzani e SEL, che ha vincolato il proprio appoggio all’ex Ad di Expo 2015 alla costruzione di un centrosinistra allargato per le elezioni Milano 2016. Giuseppe Sala ha ribadito il suo no a qualsiasi collaborazione con Denis Verdini.

ELEZIONI MILANO 2016: I PRIMI INCONTRI DEL CENTROSINISTRA

A quasi un mese dalle primarie Milano 2016 vinte, Beppe Sala esprime ottimismo dopo l’incontro con Francesca Balzani, e annuncia che giovedì 17 marzo il centrosinistra di Milano presenterà il suo programma e la coalizione con cui si presenterà davanti ai cittadini. Al momento però mancano sia il primo che la seconda, e per il momento le difficoltà incontrate nel costruire le liste a sostegno di Beppe Sala potrebbero rallentare ulteriormente la partenza del candidato sindaco del centrosinistra a Milano. SEL ha ribadito che appoggerà il vincitore delle primarie se ci sarà un centrosinistra allargato, con un programma partecipato che sia ispirato in modo forte all’esperienza della giunta di Giuliano Pisapia. Il primo incontro tra Beppe Sala e Francesca Balzani non ha però portato a una soluzione dello stallo verificatosi dopo le primarie, come mostrano le dichiarazioni dei protagonisti.

ELEZIONI MILANO 2016: IL PD RIVENDICA IL VICESINDACO

Elezioni Milano 2016 – Il Partito Democratico sembra indisponibile a rinunciare al ruolo di vicesindaco, un incarico che potrebbe facilitare la sintesi cercata da Francesca Balzani con Beppe Sala. Il candidato sindaco del centrosinistra ha rimarcato come sia prematuro affrontare questo tema a così tanto tempo dalle elezioni, ma secondo il Corriere della Sera Pierfranceso Majorino sarebbe il favorito per fare da vice di Beppe Sala. Il terzo arrivato alle primarie del 6 e 7 febbraio dovrebbe inoltre guidare la lista del Partito Democratico alle prossime comunali. Il ruolo di capolista potrebbe essere affidato a Francesca Balzani se ci saranno le condizioni per formare la lista di sinistra vicina a Giuliano Pisapia, dentro la quale dovrebbe entrare SEL. Al momento però lo stallo per fermalo non è stato ancora risolto.

ELEZIONI MILANO 2015: BEPPE SALE DICE NO A DENIS VERDINI

Beppe Sala ha ribadito in un’intervista a Repubblica TV il suo no a qualsiasi collaborazione con Denis Verdini e Ala, il gruppo parlamentare formato da deputati e senatori eletti principalmente nel Popolo della Libertà e che ora sostengono il governo di Matteo Renzi, anche se non sono formalmente entrati nella sua maggioranza. Beppe Sala ha rimarcato come il centrosinistra possa vincere solo se unito, evidenziando l’importanza della partecipazione dell’anima più radicale alla sua coalizione. Anche per questo motivo non serve alcun appoggio da forze più moderate, legate al centrodestra.