Formula 1 2016
|

Formula 1 2016: la Ferrari all’inseguimento della Mercedes

Formula 1 2016, team e piloti sono impegnati negli ultimi quattro giorni di test sul circuito di Catalunya a Barcellona prima della trasferta di Melbourne, in Australia, dove venerdì 18 marzo si terranno le prime prove libere della stagione di Formula 1 2016. Parola d’ordine: assalto alla Mercedes. La Ferrari c’è ma bisogna ancora lavorare parecchio.

FORMULA 1 2016: IL CALENDARIO DELLE DIRETTE TV SU SKY E RAI

La stagione Formula 1 2016 inizierà da Melbourne il prossimo 20 marzo. Per quanto riguarda i diritti tv la stagione sarà visibile, così come lo scorso anno, sia su Sky sia sulla Rai. La televisione satellitare trasmetterà 11 gare su 21 in diretta e in esclusiva, tra cui sette delle prime 10 gare mentre la Tv di Stato ha scelto d’investire le sue risorse per il finale di stagione. Il Gran Premio d’Italia, previsto il 4 settembre 2016 a Monza, sarà trasmesso sia da Sky sia dalla Rai.

Di seguito è schematizzato il calendario Formula 1 2016 con specificata l’emittente che trasmetterà la gara.

20 marzo GP Australia (Melbourne) Esclusiva Sky
3 aprile GP Bahrain Esclusiva Sky
17 aprile GP Cina (Shanghai) Diretta Sky – Rai
1 maggio GP Russia (Sochi) Esclusiva Sky
15 maggio GP Spagna (Barcellona) Esclusiva Sky
29 maggio GP Monaco (Montecarlo) Diretta Sky – Rai
12 giugno GP Canada (Montreal) Esclusiva Sky
19 giugno GP Azerbaigian (Baku) Diretta Sky – Rai
3 luglio GP Austria (Zeltweg) Esclusiva Sky
10 luglio GP Gran Bretagna (Silverstone) Esclusiva Sky
24 luglio GP Ungheria (Budapest) Diretta Sky – Rai
31 luglio GP Germania (Hockenheim) Diretta Sky – Rai
28 agosto GP Belgio (Spa-Francorchamps) Esclusiva Sky
4 settembre GP Italia (Monza) Diretta Sky – Rai
18 settembre GP Singapore Diretta Sky – Rai
2 ottobre GP Malesia (Sepang) Esclusiva Sky
9 ottobre GP Giappone (Suzuka) Diretta Sky – Rai
23 ottobre GP Stati Uniti (Austin) Esclusiva Sky
6 novembre GP Messico (Città del Messico) Diretta Sky – Rai
13 novembre GP Brasile (San Paolo) Esclusiva Sky
27 novembre GP Emirati Arabi (Abu Dhabi) Diretta Sky – Rai

FORMULA 1 2016: LA NUOVA FERRARI SF16-H E IL SOGNO MONDIALE

 

La Ferrari Sf16-H, presentata lo scorso 19 febbraio dalla casa di Maranello, ha come obiettivo dichiarato quello di spaventare la Mercedes grazie a una vettura rivisitata da cima a fondo, con nuove sospensioni a schema “Push-Rod”, un motore evoluzione che ha permesso alla squadra di ridurre l’ingombro delle fiancate e degli scarichi e un telaio in fibra di carbonio a nido d’ape. Per progettare e costruire la vettura è servito un team di 700 persone mentre i fornitori di Ferrari sono 300 provenienti da 15 paesi del mondo. La macchina è stata studiata anche per 1.500 ore in galleria del vento per cercare di ridurre il gap registrato lo scorso anno specie a livello aerodinamico con la Mercedes W06.

FORMULA 1 2016: DEBUTTA HALO, IL SISTEMA DI SICUREZZA PER LA TESTA DEL PILOTA

 

Nel settimo giorno di test della nuova stagione a Barcellona la Ferrari con Kimi Raikkonen ha fatto debuttare in anteprima il sistema “Halo”, una protezione di sicurezza per la testa dei piloti il cui scopo è quello di evitare che detriti e oggetti possano colpire il casco ad alta velocità. La sperimentazione arriva dopo gli incidenti di Felipe Massa colpito da una molla nel 2009 e Justin Wilson, ucciso nel 2015 in una gara di Indycar dopo aver colpito con la testa un detrito. Halo dovrebbe debuttare nel 2017 ma sono ancora parecchie le voci contrarie a questo nuovo sistema. La Formula 1 è uno sport a ruote e pilota scoperti e un dispositivo del genere rischia di snaturare il fascino di questo sport. Kimi Raikkonen si è limitato a dare un ok alla visibilità ma altri piloti come Nico Hulkenberg si sono detti contrari. Inoltre il pezzo sperimentato rischia di portare gravi problemi ai piloti in caso di uscita immediata dalla vettura con problemi gravi dal punto di vista della sicurezza.

FORMULA 1 2016: A MELBOURNE IN ARRIVO LA “SEDIA BOLLENTE”

Il 23 febbraio 2016 lo Strategy Group a Ginevra ha deciso di cambiare radicalmente il format delle qualifiche nel tentativo di renderle più interessanti e appetibili al pubblico. Niente più eliminazione delle auto più lente in Q1 e in Q2 per arrivare alla Q3 con le 10 auto più veloci in pista a contendersi la Pole Position. Da Melbourne debutterà la “sedia bollente” un nuovo sistema che porterà all’eliminazione delle auto più lente ogni 90 secondi per arrivare alle ultime due vetture impegnate a contendersi la pole position. Nello specifico la Q1 durerà 16 minuti. Dopo 7 minuti l’ultimo in classifica verrà eliminato e così via ogni 90 secondi fino alla bandiera a scacchi. Ne resteranno quindi 15. A quel punto parte la Q2, della durata di 15 minuti, con le vetture restanti. Dopo 6 minuti la vettura più lenta verrà eliminata e così via ogni 90 secondi fino ad arrivare a 8 macchine. Infine si chiude con la Q3 che durerà 14 minuti. Dopo 5 minuti il pilota in ultima posizione verrà eliminato e così via ogni 90 secondi fino a quando, nell’ultimo minuto e mezzo, resteranno i due più veloci in pista.

FORMULA 1 2016: LA MERCEDES SQUADRA DA BATTERE

 

I primi quattro giorni di prove tenuti a Barcellona hanno dimostrato che la Ferrari SF16H ha una marcia in più rispetto alle altre, registrando sia con Sebastian Vettel sia con Kimi Raikkonen un vantaggio di 7 decimi sul giro più veloce rispetto alle RedBull-Tag Heuer di Daniel Ricciardo e Danii Kyvat. Indecifrabile il comportamento della Mercedes W07 in quanto i tecnici della Stella a Tre punte hanno chiesto ai due piloti, Lewis Hamilton e Nico Rosberg, di concentrarsi su prove di durata per verificare il consumo dell’auto con gomme medie. Risultato? Le frecce d’argento hanno compiuto oltre 3.400 chilometri in quattro giorni con una sola auto registrando un passo notevole.

FORMULA 1 2016: LE FOTO DELLA FERRARI SF16H A BARCELLONA

 

 

FORMULA 1 2016: REDBULL, WILLIAMS E FORCE INDIA IN LOTTA PER ESSERE LA TERZA FORZA

 

I giochi sono cambiati all’inizio della seconda sessione di prove a Barcellona, con Nico Rosberg capace di dare mezzo secondo alla Ferrari SF16H di Kimi Raikkonen a parità di mescole. Certo i test lasciano il tempo che trovano anche perché nessuna squadra comunica le specifiche di ogni prova. Tuttavia la Ferrari ha percorso la metà dei chilometri della Mercedes lamentando problemi di surriscaldamento sulla macchina nei giorni destinati a Kimi Raikkonen. Segno che la Ferrari c’è ma da seconda. I test hanno dimostrato che a contendersi il ruolo di terza forza saranno RedBull, Williams e Force India. La McLaren Honda con il nuovo motore 2016 punta a un salto di qualità importante in ottica top ten per scommettere tutto sulla stagione 2017 con un Fernando Alonso apparso decisamente soddisfatto dai progressi della squadra.