Primarie
|

Primarie Pd Roma 2016: «Subito il voto ai fuorisede»

I sedicenni sì. Gli stranieri anche. I fuorisede no: non possono votare, da regolamento, alle Primarie Roma 2016 che anticipano le Elezioni 2016 nella Capitale. Per questo i Giovani Democratici dell’VIII Municipio hanno lanciato la campagna “Anch’io sono Roma”: un appello rivolto al comitato organizzatore delle consultazioni comunali perché aprano il voto anche ai tanti studenti e lavoratori fuorisede che sopportano, come, quanto e più dei cittadini romani, le disfunzioni della città che si avvia al voto.

PRIMARIE ROMA 2016: «SUBITO IL VOTO AI FUORISEDE»

È stato inviato ai candidati alle Primarie romane un appello ed è stata aperta una pagina Facebook.

Secondo il regolamento per le Primarie Roma 2016 del centrosinistra per la candidatura a Sindaco non è concesso il diritto di voto ai fuori sede, studenti e lavoratori. Riteniamo che tale scelta sia un grave errore. In una città come Roma – dove si trovano le maggiori università e le più grandi aziende d’Italia – è naturale che ci sia una grande concentrazione di fuori sede che vivono la città tutti i giorni come studenti e lavoratori, ma soprattutto come cittadini: cittadini che quotidianamente usufruiscono di tutti i servizi e disservizi che Roma ha offerto in questi anni.  (…) Riteniamo che far votare tutti gli elettori del centrosinistra per determinare l’indirizzo politico e la scelta del candidato alle primarie sia un diritto e un dovere da parte di coloro che sono domiciliati e che – al pari dei residenti – vivono o soffrono le criticità della Capitale.

Secondo il regolamento per le Primarie Roma 2016 del centrosinistra per la candidatura a Sindaco non è concesso il…

Pubblicato da Anch’io Sono Roma su Elezioni Roma 2016

Il riferimento alle primarie di Benevento è naturale poiché – da regolamento- vi possono partecipare alle primarie le cittadine e i cittadini che abbiano compiuto il 16 anni di età ma non abbiano raggiunto la maggiore età, le cittadine e i cittadini dell’Unione Europea, le cittadine e i cittadini di altri Paesi, in possesso di carta di soggiorno, “i fuori sede (studenti e lavoratori che devono consegnare un attestato di esistenza del requisito: certificato di iscrizione ad istituzione scolastica o universitaria, attestato del datore di lavoro che attesti il requisito di lavoratore fuori sede, contratto di locazione o comodato oppure altro titolo giuridico attestante il domicilio in Benevento), devono inoltre pre-registrarsi in un apposito elenco presso le sede del Partito Democratico” o richiedendo e inviando il modello di registrazione entro cinque giorni precedenti lo svolgimento delle votazioni, per dare modo al Comitato organizzatore delle primarie di consegnare ai presidenti di seggio gli elenchi degli elettori registrati. Pena la esclusione.”

 

La coalizione di centrosinistra, continuano i GD, «dovrebbe dare l’esempio». L’intera campagna è stata già portata all’attenzione del comitato organizzatore delle primarie romane, ci informa Livia Pallante, coordinatrice dei GD VIII Municipio, e nella riunione del comitato di lunedì 29 febbraio dovrebbe essere presa una decisione.