E alla radio andò in onda il porno gay

Incidente su Jazz Fm, una webradio inglese: “Ci sono state attività improprie in studio”, spiegano dalla stazione Durante Funky Sensation,...

Incidente su Jazz Fm, una webradio inglese: “Ci sono state attività improprie in studio”, spiegano dalla stazione

Durante Funky Sensation, show con il dj Mike Vitti on air sulla webradio inglese Jazz Fm gli ascoltatori hanno sentito qualcosa che non andava: voci, gemiti, grugniti tipici di un rapporto sessuale, peraltro in salsa omosessuale, trasmesso in diretta dallo studio, interamente live. L’audio dello scivolone viene catturato da Radio Fail che lo mette online: “Attività non autorizzata e comportamento inappropriato in studio”, lo definisce la stazione, in un comunicato di scuse prontamente pubblicato.

L’INCIDENTE – “La stazione digitale, che ha una media di ascolti di mezzo milione a settimana in media, ha detto in una dichiarazione lunedì scorso: “Ci sono state attività non autorizzate e un comportamento inappropriato in studio lo scorso sabato – una attività che consideriamo in maniera estremamente seria”, scrive la stazione ripresa dal Guardian: “Un’indagine riguardante la materia è iniziata immediatamente e, se fosse necessario, saranno prese azioni disciplinari contro l’individuo coinvolto”. La “colonna sonora per adulti”, si sente distintamente nel background della musica e anche delle pubblicità – probabilmente, un microfono lasciato acceso.

LE SCUSE – Secondo Radio Today “molti utenti Twitter hanno sentito suoni sessuali intorno alle 7.15 del pomeriggio, momento in cui molti ascoltatori hanno sentito e commentato tutto. Alcuni di loro si stavano godendo una bella cena di famiglia quando hanno iniziato a sentire suoni “disgustosi” e “pornografici”. Saranno trasmesse delle scuse all’inizio della prossima edizione del programma; per ora la radio scrive che “sfortunatamente abbiamo avuto un’intrusione non autorizzata nella nostra trasmissione live, si è causato un incidente molto spiacevole”.