|

La mostra con le false suore sexy

Un’altra provocazione di Bruce LaBruce

Suscita polemiche a Madrid la mostra fotografica “Obscenity” del regista trash canadese Justin Stewart, alias Bruce LaBruce, 47 anni, che rappresenta diverse donne, fra cui la cantante spagnola Alaska e l’attrice Rossy de Palma, vestite da suore o da “sante” in tenute ultra-sexy. Ne parla El Pais.

BLASFEMIA – L’associazione cattolica conservatrice Apostolado Eucaristico (Aes) ha definito l’iniziativa “blasfema” ed ha convocato una manifestazione domani sera davanti alla galleria “La Fresh” che ospita la mostra fino al 4 aprile. Fra le immagini che più hanno suscitato polemica, quelle di Alaska in un vestitino nero scollato e aderente che interpreta una Pietà con il marito Mario Vaquerizo, o di Rossy de Palma, una delle attrici preferite di Pedro Almodovar, vestita da suora con un bustino trasparente e ultra-scollato, l’aria estatica.

I PRECEDENTI – LaBruce ha spiegato ai cronisti di essere interessato dalla “relazione fra l’estasi sessuale e l’estasi religiosa, che hanno uno sguardo simile”. Alle proteste si e’ associata anche la fondazione Franco, vicina alla famiglia dell’ex-dittatore Francisco Franco, che ha denunciato una “mostra dell’ingiuria’ e ‘un violento attacco contro la religione cattolica”. Le sue opere sono conosciute per contenere ampie percentuali di oscenità. La scorsa estate gli vennero confiscate, dalla polizia del suo Paese, il Canada, 400 polaroid bollate come “oscene”. Ancora, nel 2010 un suo film, L. A.Zombie, in cui i protagonisti erano una combinazione di sesso e necrofilia, venne vietato in Australia.