Ecco a voi Pinterest, tra novità e vecchi problemi

16/02/2012 - di

Anche il nuovo social network per ora lavora in perdita Non rappresenta certo un’eccezione, semmai la regola di un nuovo modo di fare business, che punta prima a creare ambienti frequentati da milioni di persone e solo poi si preoccupa

Anche il nuovo social network per ora lavora in perdita

Non rappresenta certo un’eccezione, semmai la regola di un nuovo modo di fare business, che punta prima a creare ambienti frequentati da milioni di persone e solo poi si preoccupa di come trarne profitto.

VALORE – Anche Pinterest, l’ultimo arrivato sul palcoscenico dei grandi social network di successo, è partito in perdita e per ora sta bruciando i soldi degli investitori senza generare incassi, anche se no si può fare lo stesso discorso per il valore dell’azienda, che a fronte di un investimento di 37 milioni di dollari ora ne vale duecento secondo le stime.

TRANQUILLI – Già questa considerazione basta a ingenerare tranquillità nei coinvolti nell’impresa, che come Jeremy Lavine posson permettersi di dichiarare che “La strategia di monetizzazione di Pinterest non è in arrivo e nemmeno definita. Abbiamo un centinaio di idee, ma nessuna ancora in fase esecutiva”. L’avventura è partita nel 2008, finanziata da fondi di venture capital e animata da sedici dipendenti esperti provenienti da esperienze in aziende di primo livello.

IL BOOM – Intanto il traffico esplode e a gennaio il sito ha registrato undici milioni di visitatori unici, che hanno speso sul sito in media cento minuti contro i diciannove di un sito come Linkedin. Il Wall Street Journal racconta che intanto c’è chi fa affari con Pinterest, dai produttori di applicazioni e programmi che si possono integrare con il social network, fino agli utenti che lo usano per promuovere la propria attività, come nel caso della titolare del negozio di abiti da sposa Wedding Chicks LLC che è entusiasta di Pinterest, che porta il doppio delle visite di Facebook e molti più affari.

LA SCOMMESSA - Le potenzialità ci sono e i maggiori esempi di successo nel campo hanno seguito tutti la stessa trafila, lo stesso rito di passaggio prima di giungere a produrre incassi e poi utili. Solo il tempo potrà dire se la scommessa di Pinterest pagherà, ma già ora sembra molto probabile

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

467920830

BULGARIA-ITALIA 2-2: pareggio in rimonta, Eder salva Conte

20:04 Qualficazioni Euro 2016, azzurri irriconoscibili per larghi tratti del match: in vantaggio con un autorete di Minev, si fanno riprendere e superare dai padroni di casa a segno con Popov e Micanski. Il pareggio arriva solo a 6 minuti dalla fine con un gran gol dell'oriundo della Sampdoria CONTINUA

Mercato Luce e Gas, tutto quello che devi sapere

Mercato luce e gas, tutto quello che devi sapere

16:55 Differenza tra distributori e venditori, pregi e difetti del mercato libero e del servizio a maggior tutela, condizioni per il cambio di un operatore, qualità del servizio ed indennizzi relativi. Alla scoperta del mercato luce e gas CONTINUA

Sergio Chiamparino, candidato governatore della Regione Piemonte per il Partito Democratico (Lapresse)

Firme false, il caso Piemonte: Chiamparino e quella legislatura a rischio

15:12 Dopo il precedente Cota, anche il governatore dem costretto a fare i conti con il ricorso al Tar, presentato dalla Lega e accolto dai giudici, per le presunte irregolarità sulle liste. Ma l'ex sindaco non intende lasciarsi logorare, pronto alle dimissioni se emergessero responsabilità. Tutto dipenderà dal verdetto del Tribunale amministrativo: il 9 luglio o qualche mese dopo. Sullo sfondo, la faida interna tra le anime del renzismo piemontese, fassiniani e cattodem CONTINUA