STEFANO PARISI
|

Elezioni Milano 2016 | Stefano Parisi: chi è il candidato sindaco del centrodestra alle Comunali

Aggiornamento 10-02-2016 – Stefano Parisi ha accettato la candidatura proposta dal centrodestra per le Elezioni di Milano 2016. Sfiderà Giuseppe Sala, vincitore delle primarie del centrosinistra, l’ex ministro Corrado Passera e la pentastellata Patrizia Bedori. E forse nella corsa potrebbe essere lanciato un candidato della sinistra-sinistra, dopo il risultato delle consultazioni che hanno incoronato il commissario Expo.Questa la nota con cui Stefano Parisi ha confermato la sua corsa:

“Accogliendo l’invito che mi è stato rivolto da tutte le forze politiche del centrodestra ho deciso di candidarmi per diventare il prossimo sindaco di Milano. Sono convinto che tutti insieme – prosegue la nota – potremo riportare a Milano quell’energia e quella qualità di governo che hanno caratterizzato le giunte di centrodestra, e riprendere il percorso di costruzione del suo futuro, interrotto dall’amministrazione Pisapia. Milano tornerà ad essere aperta, libera, sicura, efficiente e orgogliosa di poter dare il meglio di sé al Paese”.

04- 02 – 2016 – Stefano Parisi è ormai vicino all’investitura come candidato per il centrodestra alle Elezioni Milano 2016.  L’ufficialità potrebbe arrivare dopo le primarie del centrosinistra, ma – considerati anche i sondaggi che frenano Alessandro Sallusti – il manager è considerato favorito nel toto-nome. Ora sarebbe arrivato anche il via libera di Salvini a Silvio Berlusconi. Ma chi è Stefano Parisi? Attuale numero uno di “Chili”, piattaforma tematica di video e film on demand, in passato è stato direttore generale di Confindustria e amministratore delegato di Fastweb. Nato nel 1956 a Roma e laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta anche due esperienze di Governo, nel 1994 e nel 1996 come capo del dipartimento per l’informazione e l’editoria. Infine ha ricoperto la carica di direttore generale del Comune di Milano sotto Gabriele Albertini.

STEFANO PARISI
Stefano Parisi (ANSA / ETTORE FERRARI)

SEGUI LO SPECIALE DI GIORNALETTISMO: ELEZIONI 2016, LE COMUNALI

STEFANO PARISI, CHI È: UN PASSATO IN FASTWEB, CONFINDUSTRIA, GOVERNO E COMUNE DI MILANO

In caso di vittoria alle primarie del Partito Democratico di Giuseppe Sala potrebbe profilarsi una sfida inedita tra due ex direttori generali di Palazzo Marino, due persone che a modo loro hanno avuto modo di comprendere i problemi della città. Salvini non ha fatto mistero di apprezzare una sua eventuale candidatura: «Mentre la sinistra si scanna, noi portiamo persone normali. E Parisi è una persona più che normale». Intanto ci sarebbe stato un incontro tra Stefano Parisi e Silvio Berlusconi e, a quanto pare, ci sarebbe un’intesa tra i due. Anche Giorgia Meloni avrebbe dato il suo assenso come leader di Fratelli d’Italia-An.

 

STEFANO PARISI, VIA LIBERA DI SALVINI A BERLUSCONI

Come ricorda Repubblica restano ancora in piedi le candidature di Alessandro Sallusti e Maurizio Lupi. Per vari motivi negli ultimi giorni questi percorsi si sono rivelati impraticabili così come il coinvolgimento di Corrado Passera a eventuali primarie di coalizione. Per questo motivo il nome di Stefano Parisi è ormai in pole position. A meno di terremoti o di rotture dell’ultim’ora, come ad esempio quella di Lupi con Ncd, potrebbe essere proprio lui il candidato di centrodestra pronto a sfidare il vincitore delle primarie del Partito Democratico, Corrado Passera e Patrizia Bedori, rappresentante del Movimento 5 Stelle.

STEFANO PARISI, LA DECISIONE FINALE IL 12 FEBBRAIO

L’investitura finale potrebbe arrivare venerdì 12 febbraio nel corso di una cena di autofinanziamento della campagna elettorale di Forza Italia per le amministrative a Villa Gernetto, 12 posti da mille euro a persona e Silvio Berlusconi pronto a fare gli onori di casa. Al momento, però,  non c’è ancora la conferma finale da parte del centrodestra, in attesa di conoscere l’esito delle primarie milanesi. Se sarà confermato e Sala vincesse – confermando i sondaggi – le primarie di Milano, la sfida per le Elezioni 2016 potrebbe contrapporre ai nastri di partenza tre manager radicati nel territorio milanese, Giuseppe Sala, Corrado Passera e Stefano Parisi contro una casalinga, Patrizia Bedori. La risposta finale arriverà il prossimo 12 febbraio.