Calendario MotoGp 2016
|

Calendario MotoGp 2016 | Date, info, calendario dei gran premi del 2016

CALENDARIO MOTOGP 2016

Con il ritorno in pista delle moto nei test di Sepang si apre ufficialmente la stagione Motogp 2016. Sarà un viaggio molto lungo con partenza il prossimo 20 marzo dalla gara in notturna di Losail in Qatar per poi chiudere di fatto otto mesi dopo, il 13 novembre, a Valencia, teatro della gara che ha consegnato nelle mani di Jorge Lorenzo il titolo 2015. E in attesa dell’inizio della stagione Motogp 2016 le squadre hanno presentato line up e piloti, sancendo il via libera ufficiale al campionato.

CALENDARIO MOTOGP 2016, GLI APPUNTAMENTI DELLA STAGIONE

Di seguito vi proponiamo gli appuntamenti della stagione 2016, un Campionato tutto da seguire:

20 Marzo – Qatar, Losail (in notturna)

3 Aprile – Argentina, Termas de Rio Hondo

10 Aprile – Stati Uniti, Austin, Circuit of the Americas

24 Aprile – Spagna, Jerez de la Frontera

8 Maggio – Francia, Le Mans

22 Maggio – Italia, Mugello

5 Giugno – Catalogna, Barcellona, Circuit de Catalunya

26 Giugno – Olanda, TT Assen

17 Luglio – Germaniia, Sachsenring

14 Agosto – Austria, Red Bull Ring

21 Agosto – Repubblica Ceca, Brno

4 Settembre – Regno Unito, Silverstone

11 Settembre – San Marino e Riviera di Rimini, Misano

25 Settembre – Aragon, Motorland Aragon

16 Ottobre – Giappone, Twin Ring Motegi

23 Ottobre – Australia, Phillip Island

30 Ottobre – Malesia, Sepang

13 Novembre – Valencia, Ricardo Tormo

CALENDARIO MOTOGP 2016, PRESENTATE LE PRIME SQUADRE

Dopo la presentazione del calendario Motogp 2016 i team hanno presentato moto e piloti per la stagione che inizierà il 20 marzo a Losail in Qatar. L’ultima squadra ad essere stata presentata è il team Avintia Ducati nella suggestiva cornice di Andorra, non proprio una location ideale per il Campionato Motogp 2016 ma la pubblicità in questo senso fa sempre bene. Loris Baz e Hector Barbera si sono presentati a bordo della loro Ducati dotata di gomme chiodate in modo da aumentare lo spettacolo. E a proposito di Ducati, il team ufficiale, sicuramente più protagonista in questo Campionato Motogp 2016, si è svelato nei giorni scorsi con Andrea Dovizioso e Andrea Iannone. I primi a presentarsi alla stampa sono però stati gli alfieri del team Yamaha, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi che il 18 gennaio si sono stretti la mano come atto iniziale del Calendario Motogp 2016. I due però si sono guardati di sottecchi, dimostrando -anche se non ce n’era bisogno- come in realtà il clima di convivenza nel team Yamaha sia molto difficile.

CALENDARIO MOTOGP 2016, I TEST IN QATAR

 

Piloti e team della Motogp 2016 prima della partenza del Campionato prevista per il 20 marzo a Losail, in Qatar, sono arrivati nella località della penisola arabica per l’ultima serie di test pre-stagionali necessari per provare sia le nuove gomme targate Michelin sia per capire quale sia la migliore moto tra la configurazione 2016 e quella 2015. Si tratta del terzo testo per i team impegnati nel campionato Motogp 2016 dopo quello di Sepang, caratterizzato dal volo di Loris Baz del team Ducati Avintia a cui è scoppiato un pneumatico a quasi 300 chilometri orari, e quello di Philipp Island in Australia. Quest’ultimo appuntamento è stato criticato dai piloti a causa del clima, una variabile che non poteva certo essere considerata anche se si tratta della coda dell’estate australiana. Freddo, pioggia e umidità hanno rovinato il lavoro di tutti con Jorge Lorenzo tra i più contrariati. In Qatar si dovrebbe avere una situazione più lineare e le squadre potranno continuare a provare in attesa della gara in notturna che aprirà la corsa all’iride.

CALENDARIO MOTOGP 2016, LA PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE

Il Calendario Motogp 2016, composto da 18 appuntamenti, sembra studiato apposta per esaltare la competizione mettendo di fronte i quattro alfieri delle due ruote, i due piloti della Honda HRC Dani Pedrosa e Marc Marquez contro i due centauri del team Yamaha Valentino Rossi e il campione del mondo uscente Jorge Lorenzo. Livio Suppo, a capo del team Hrc, ha chiesto ai suoi due piloti e in special modo a Marc Marquez di limitare l’irruenza e di focalizzarsi da subito al titolo anche per non ripetere gli errori della scorsa stagione. Jorge Lorenzo parte col ruolo di uomo da battere mentre Valentino Rossi, nonostante la determinazione, potrebbe non essere in grado di lottare per il titolo. Servirà il Valentino delle prima parte di stagione 2015. Quello della seconda, Sepang a parte, è destinato al quarto posto. A proposito di Sepang, uno dei temi della prossima stagione riguarderà i rapporti tra i quattro. Solo la pista dirà se i veleni di Sepang e di Valencia sono ormai acqua passata.

CALENDARIO MOTOGP 2016, LA YAMAHA AVVERTE JORGE LORENZO

 

Yamaha contro Jorge Lorenzo. Il pilota spagnolo, fresco Campione del Mondo 2015, sembra sia intenzionato a chiudere rapidamente la questione legata al suo rinnovo contrattuale con la casa di Iwata. Dal Giappone però fanno sapere di non avere fretta, come confermato dal team manager Yamaha Factory Lin Jarvis che a tal proposito ha spiegato come la squadra sia disposta a pagare il giusto per un pilota del calibro di Jorge Lorenzo senza tuttavia svenarsi o peggio scatenare aste con eventuali pretendenti, come ad esempio la Ducati desiderosa di avere “Mantequilla” a Borgo Panigale. Anche perché, di fatto, la Yamaha è la squadra al momento più forte del mondo con la moto più veloce. Quindi non mancherebbe certo la possibilità di un rimpiazzo. Unico sicuro di rimanere in sella alla moto giapponese è Valentino Rossi forte anche di un recente accordo commerciale tra la VR46 e la Yamaha.

CALENDARIO MOTOGP 2016, I FAVORITI PER IL MONDIALE

 

Questi test preliminari del Campionato Motogp 2016 hanno dimostrato che il leader indiscusso della truppa resta Jorge Lorenzo che ha trovato già da Sepang un feeling ideale sia con le gomme Michelin sia con il telaio 2016. Valentino Rossi, il grande sconfitto della scorsa stagione, sogna il rilancio ma i primi chilometri dell’anno lo vedono costretto al ruolo di spettatore. Sarà l’età ma fa fatica ad adeguarsi alle novità tecniche tanto da aver dichiarato di essere più vicino alla specifica 2015. Favorito d’obbligo anche Marc Marquez, “sgridato” dal team manager Hrc Livio Suppo che vuole più concentrazione e meno cadute nella parte iniziale di stagione. E poi c’è il dubbio dei dubbi: Casey Stoner tornerà come Wild Card su una Ducati? L’interessato smentisce ma è già tornato nel giro e i suoi tempi nei test hanno dimostrato che non ha disimparato ad andare in moto. Chissà.
(Photocredit copertina Mirco Lazzari gp/Getty Images)

TAG: MotoGp