apple napoli
|

La Apple a Napoli formerà 600 studenti (non darà 600 posti di lavoro)

In tanti ci hanno titolato sopra: la Apple apre a Napoli con 600 posti di lavoro. Tutta colpa di una frase del premier Matteo Renzi, detta qualche ora prima della conferma dell’azienda di Cupertino: «Una bella realtà di innovazione con circa 600 persone». peccato però che le 600 persone saranno 600 studenti, non dipendenti.

LEGGI ANCHE:

Perché la Apple ha scelto Napoli come sede del Centro sviluppo App

Riporta Massimo Sideri su Il Corriere:

Purtroppo quei 600 posti di lavoro — che ormai sono scolpiti nella testa di molti come sulla pietra — non ci saranno: il numero è quello degli studenti che verranno selezionati per seguire, nella struttura di una società partner, i corsi di sviluppo sul sistema operativo iOs, cioè quello dell’iPhone/iPad/iWatch. Toccherà a loro dopo il corso cercarsi un’occupazione che però, in quanto sviluppatori, sarà probabilmente non un vero «posto di lavoro», almeno per come tutti noi intendiamo il termine. Basti pensare che in Italia risultano registrati su iOs 264 mila sviluppatori, di cui per la Apple stessa solo 75 mila sono operativi. Va aggiunto che avere delle entrate stabili è molto dura: pochissimi ci riescono e dipendono comunque da una app di successo che ha una vita media di pochi mesi. I 600 posti sono 600 studenti speranzosi.

(Immagine di copertina da archivio Ansa. Credit: Karl Mondon / Bay Area News Group / TNS / ABACAPRESS.COM)

TAG: Apple, Napoli