elezioni amministrative roma 2016 candidature m5s
|

Elezioni Amministrative Roma 2016, Beppe Grillo: “Aperte le candidature M5S”

Elezioni 2016: Grillo e le candidature del M5S per le Comunali a Roma

Beppe Grillo apre le candidature M5S per Roma. Gli aspiranti consiglieri (o primi cittadini) della Capitale dovranno inviare la loro candidatura on line entro e non oltre il 4 dicembre.

Si aprono le candidature del MoVimento 5 Stelle per le comunali di Roma Mafia Capitale ha mostrato il vero volto dei partiti, legati a clan criminali, finanziati dal malaffare che hanno speculato su una delle città più belle del mondo. Ora tocca a tutti quei cittadini che negli ultimi 20 anni sono stati ostaggio degli interessi di politici corrotti. Possiamo riprenderci Roma in modo pulito, onesto, trasparente, riconsegnandola a chi la vive ogni giorno.

SEGUI LO SPECIALE DI GIORNALETTISMOELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016: LE COMUNALI CITTÀ PER CITTÀ

ELEZIONI ROMA 2016: BEPPE GRILLO E LE CANDIDATURE M5S –

Come funzionerà? Ogni gruppo municipale grillino potrà esprimere i propri candidati nei ruoli di consiglieri e sindaco per le elezioni 2016 Roma. Devono esser persone incensurate e slegate «dal sistema partitico», iscritte al MoVimento. Non solo:

– All’atto della loro candidatura e nel corso dell’intero mandato elettorale, ogni candidato non dovrà essere iscritto ad alcun partito o movimento politico; dovrá essere iscritto al MoVimento 5 Stelle
– Ogni candidato non dovrà avere riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive;
– Ogni candidato non dovrà avere assolto in precedenza più di un mandato elettorale, a livello centrale o locale, a prescindere dalla circoscrizione nella quale presenta la propria candidatura;
– Ogni candidato non dovrà aver partecipato ad elezioni precedenti in liste diverse dal MoVimento 5 Stelle (questa regola normalmente applicata per le regionali è applicata a Roma in quanto capitale)

Ci si dovrà presentare inizialmente presso il gruppo M5S del municipio di residenza o in quello dove si è attivisti. «Le nostre regole sono chiare – spiega Grillo sul blog – non accettiamo indagati o condannati e tanto meno esponenti di altri partiti. Quindi consigliamo agli intrusi di destra e sinistra di farsi da parte».

(foto ANSA)