Srl a 1 euro, ecco tutte le regole

di - 30/01/2012 - Il funzionamento delle ssrl Anche Italia Oggi racconta e spiega come funzioneranno le ssrl, o – come più spesso vengono chiamate – le srl a 1 euro che ha introdotto il decreto Salva Italia. Dell’argomento avevamo parlato qui: Atto costitutivo

Il funzionamento delle ssrl

Anche Italia Oggi racconta e spiega come funzioneranno le ssrl, o – come più spesso vengono chiamate – le srl a 1 euro che ha introdotto il decreto Salva Italia. Dell’argomento avevamo parlato qui:

Atto costitutivo standard fra persone fi siche con meno di 35 anni, capitale sociale che può essere limitato a un euro, con possibilità di evitare oneri notarili, di bollo e segreteria. Sono gli elementi essenziali della nuova srl semplificata introdotta mezzo dell’art. 3 del decreto sulle liberalizzazioni (il n. 1/2012 pubblicato sulla Gazzetta Uffi ciale di martedì 24 gennaio), che ha immesso un nuovo articolo, il 2463-bis, nel codice civile Atto costitutivo. Viene previsto, attraverso apposito decreto del ministero della giustizia (da emanarsi di concerto col Mef e ministero dello sviluppo) che entro 60 giorni dalla conversione in legge del decreto, venga formulato uno statuto standard a cui dovranno attenersi soci ed amministratori della nuova srl semplificata. Lo scopo appare evidente: è, in pratica, quello che le parti del contratto (non necessariamente esperti societaristi) inseriscano nello stesso, solo clausole corrette sia in ottica formale che sostanziale. Ciò che sarà interessante verifi care riguarderà la eventuale fl essibilità o meno delle clausole «preconfezionate », per adattarle alle esigenze del caso. La società, oltre che per contratto, può essere costituita anche con atto unilaterale (cioè la società potrà prevedere anche un unico socio), ma non sono ammessi soci persone giuridiche.

Leggi anche: “SRL CON 1 EURO, ECCO COME FUNZIONA”:

Tale contratto dovrà contenere oltre che l’oggetto e le generalità dei soci anche l’indicazione di «srl semplifi cata» nonché le quote di partecipazione dei soci e l’indicazione di chi detiene il potere di amministrazione e rappresentanza della società. È, peraltro, da indicarsi anche l’eventuale revisore legale che, tuttavia, in relazione alla loro presumibile piccola dimensione, di norma mancherà in dette tipologie societarie. Il capitale dovrà essere versato in denaro non essendo ammessi né conferimenti di servizi, né di beni in natura o crediti. Non pare dubbio, peraltro che, oltre che per attività di impresa, la società in oggetto potrà essere impiegata anche per svolgere attività professionali Incombenze di registrazione. Celeri e semplici dovranno risultare le regole per la nascita della società. Gli amministratori presenteranno, entro 15 giorni dalla sua redazione, l’atto costitutivo al registro delle imprese, unitamente alla richiesta per l’iscrizione. Quest’ultima consiste in una comunicazione unica in esenzione da bollo e diritti di segreteria che deve contenere la dichiarazione del possesso dei richiesti. del registro imprese, verifi cata la sottoscrizione del capitale e le eventuali autorizzazioni necessarie per l’esercizio dell’attività, provvederà all’iscrizione della società (entro il termine perentorio di 15 giorni). Nel caso sia trascorso inutilmente il termine indicato per l’iscrizione, il giudice del registro, su richiesta degli amministratori, verificata la sussistenza dei presupposti, ordina l’iscrizione con decreto.

Poi ci sono gli aspetti pubblicitari:

Allo scopo di una maggior tutela dei creditori, che potrebbero non avere la salvaguardia garantita da un capitale minimo sostanziale, l’art. 2463-bis c.c. ribadisce per tale società un regime fi nalizzato una spiccata trasparenza. Viene, a riguardo, sancito che la denominazione di società semplifi cata a responsabilità limitata, l’ammontare del capitale sottoscritto e versato, la sede della società e l’uffi cio del registro delle imprese presso cui questa è iscritta, devono essere indicati non solo negli atti ma anche, nella corrispondenza della società e nello spazio elettronico destinato alla comunicazione (es. siti internet) collegato con la rete telematica ad accesso pubblico, recependo, in tal modo le previsioni dell’art. 2250 c.c. per le altre società iscritte al registro delle imprese. Modifiche del contratto. L’iter per le modifi cazioni dell’atto costitutivo mediante verbale deliberato dall’assemblea dei soci, redatto per scrittura privata, segue quello della fase costitutiva. Analogo procedimento viene adottato per l’atto di trasferimento delle partecipazioni, che sempre redatto per scrittura privata, è depositato entro 15 giorni a cura degli amministratori presso l’uffi cio del registro delle imprese nella cui circoscrizione è stabilita la sede sociale. Recesso dei soci. Quando uno dei soci superi i limiti anagrafi ci che gli consentono di restare tale, per la società si aprono due strade: 1) l’assemblea convocata senza indugio dagli amministratori può provvedere a trasformare la srl semplifi cata in altra tipologia di società. La società o la struttura post trasformazione potrà essere una società di capitali o di persone (quest’ultima possibilità deriva dalle modifi che apportate all’ultima versione dell’articolato); 2) se l’assemblea non deliberasse la trasformazione, il socio sarà escluso di diritto ma avrà diritto di essere liquidato secondo le regole del recesso.

24 Commenti

  1. iosonoriccoevoino scrive:

    proverete a chiedere un prestito in banca…..

    1 euro di capitale sociale…. hahahah…

    solo pagamenti anticipati….. hahhahah…

    niente fido… hahahahahha…

    sono solo prese per il culo per fottere di più i barboni…

    • Walter scrive:

      Mai letto un commento più stupido del tuo, scusami. Sono imprenditore da quasi trent’anni e non ho mai chiesto un prestito in banca in vita mia. Secondo te si può avviare una attività propria solo con soldi prestati? Cosa fai nella vita? Il figlio di papà o lo stipendiato?

      • gigi scrive:

        bè per aprire un’attività servono molti soldi.
        questi soldi o te li ritrovi perché paga paparino o devi chiederli in prestito alla banca, la quale banca però li presta solo con garanzie, cioè.. se li hai già, direttamente o tramite firma di paparino.
        il suo ragionamento non è sbagliato.
        altri modi per avere molti soldi all’inizio non ne vedo, se non vogliamo considerare lo spaccio e/o la prostituzione..

      • enzo scrive:

        non ha avuto la tua stessa fortuna di potersi permettere di avviare un attivita con soldi propri.. tu sei nato figlio di papa altri no

      • salvatore scrive:

        Condivido con il signore che fa’ l’imprenditore da 30 anni.Io volevo sapere che tipo di societa’ erono coinvolte in quersta agevolazione,potendo risparmiare sul notaio e spese varie.Cioe’ ditte edili meccaniche o per meglio dire qualcuno ha una lista su che tipo di aziende si possono aprire?? grazie spero in una vostra risposta.

    • boh scrive:

      la devi fare tu? no. e allora lascia la libertà di associazione a chi vuole, anche solo con un euro. nessuno viene a chiedere a te il prestito. e poi lasciare la parola barboni è proprio una bella cosa.. che sito serio.

  2. Alla “fine” si farà un bilancio! Credo che i giudizi siano affrettati.

  3. ORAZIO FINOTELLO scrive:

    Caro Walter , se realmente fai l’imprenditore da 30 anni e non hai mai chiesto un prestito , sei da medaglia al valore !!! Spiega anche a noi poveri mortali come hai fatto , a meno che tu non sia figlio di industriale con molti liquidi a disposizione ,e che tutti i tuoi clienti ti abbiano pagato in tempo !!! Per quanto riguarda l’srl ad 1 euro , sono d’accordo con : iosonoriccoevoino !!!!

    • Walter scrive:

      Fidati Orazio, fidati, lo faccio realmente ed in diverse attività. Certo, non in attività che si mettono tra chi produce e chi compra (in tal caso certo dovresti ottenere di non dover pagare tu prima che ti paga il cliente). Spero che un giovane si metta a fare quello che feci io quando ancora giovane, portare a compimento idee, trasformare, creare, inventare quello che non c’è, o migliorare quello che c’è. Fare impresa, per me, non significa mettersi nella catena del commercio dove siete in tre a decidere la fine della propria impresa, chi fornisce, chi compra, e (se ne hai la necessità) chi finanzia (Bancca) la liquidità tra l’acquisto e la vendita. Poi, l’Italia è pieno di esempi di Imprese che non hanno mai chiesto finanziamenti al sistema bancario, credimi. Non lo trovo neppure da medaglia d’oro, visto che il sisema bancario italiano finanzia molto più facilmente un Lele Mora o un Don Vergè che il bravo artigiano che vuole comprarsi un furgone nuovo. Ma questo è un altro capitolo. Trovo un ottima cosa che un giovano (o tre o quattro) possono mettersi insieme senza tanti grattacapi ed inutili costi per realizzare la loro idea di impresa, qualsiasi essa sia. Poi, conosco bene le banche italiane, che anche senza la SRL ad un Euro avrebbero dato una copertura per un impianto, neppure in Leasing (dove già l’impianto dovrebbe fungere da garanzia), se non dopo aver ricevuto, come garanzia, oltre all’ipoteca sull’immobile, anche una fideiussione firmata da Mamma e Papà (non è una balla, realmente accaduto ad un mio amico per realizzare un impianto di autolavaggio su un proprio terreno!).

    • isoplus scrive:

      Gaurda che si puo aprire anche senza soldi basta 1 po’ di intraprendenza o aver risparmiato qualcosina non è poi cosi’ difficile io ho aperto 1 ditta individuale con i miei risparmi pero’ se Monti mi avesse dato prima questa opportunità avrei aperto con la ssrl almeno sarei stato al riparo da qualche errore fiscale compiuto da me vedi i pignorati di Equitalia. E in piu’ non avrei rischiato personalmente con i miei beni in caso di impagato o altri danni. Non ho ancora ottenuto il fido in banca perchè la ditta non ha compiuto 1 anno di età ma lavoro lo stesso, non ditemi che non volete rischiare i vostri soldi se no non si potrà mai fare niente……. e poi perchè la banca dovrebbe rischiare al vostro posto?

      • gigi scrive:

        stai dicendo una gran cazzata.. quali soldi risparmiati vuoi che abbia un neolaureato?
        e uno che fino a quel momento ha lavorato come dipendente con un normale stipendio, sufficiente a pagare affitto-bollette-cibo cosa vuoi che abbia risparmiato?

  4. oggisiamospacciati scrive:

    Caro Walter presumo tu abbia minimo 50 anni visto che sei nel mondo dell’imprenditoria da 30, ma oggi se non hai una firma di qualcuno che ti copre (il culo ) non vai da nessuna parte.
    Oggi tutti i giovani me compreso siamo dei cazzoni a sentir parlare i presunti grandi ma ti sfido a prendere un neolaureato con il papà pensionato e in casa di affitto senza nemmeno un immobile da mettere a garanzia e farlo diventare qualcuno.

    • marcello scrive:

      il capitale più importante sono il cervello e le mani, e nessuna banca potrà mai aiutarti a comprarle.
      Si può iniziare la carriera di artigiano con un paio di cacciaviti, come ho fatto io 30 anni fa, e come fanno oggi tantissimi immigrati che sono arrivati su un barcone, eppure sono riusciti a mettere su una ditta che porta il loro nome.

  5. antonio scrive:

    vorrei sapere se la nuova srl semplificata può essere sportiva dilettantistica
    senza scopo di lucro,sostituendo l’associazione sportiva o la srl sportiva.
    sarei grato a chi potesse delucidarmi in merito.GRAZIE

  6. Matteo scrive:

    Wow non è vero, io realizzo opere intellettuali e le vendo attraverso sistemi digitali e questo per me è una mano dal cielo perche prestiti non ho bisogno di farli.. come opere intellettuali intendo siti web musica video grafiche!!
    e non ho costi!! ma almeno cosi sono in responsabilità limitata!!
    bye bye

  7. Salvatore scrive:

    Salve qualcuno sa dirmi una lista di aziende chi si possono aprire cioe’ in che campo operano,riguardanti la ssrl.Grazie a tutti

  8. Giuseppe Inzaina scrive:

    Vorrei sapere se a differenza di una srl normale (con capitale minimo 10.000 euro), l’srl ad 1 euro gode di agevolazioni fiscali (non il 55% come l’srl normale)

    grazie

  9. marco scrive:

    salve . vorrei sapere se io che ho 3o anni apro una ssrl societa a 1 euro . posso assumere persone di eta maggiore hai 35 anni? grazie

    • michele scrive:

      Assumere si basta che non siano soci, nel momento in cui uno dei soci supera i 35 anni o viene escluso o deve essere cambiata la forma societaria. (almeno da quello che ho capito io)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie