vladimir putin
|

La TV russa mostra per sbaglio la “bomba nucleare sporca” di Putin

Vladimir Putin

ha svelato volutamente le nuove testate nucleari della Russia? Due TV statali controllate del Cremlino hanno mostrato le immagini dei nuovi missili Torpedo. Un errore, come ammesso dalle emittenti in seguito, che hanno cancellato dai loro servizi le immagini, oppure una voluta provocazione per mostrare le nuovi armi atomiche in possesso della Russia? Diverse fonti americane sono convinte di questa tesi.

VLADIMIR PUTIN ARMI NUCLEARI

Le reti TV russe NTV e Russia 1 hanno trasmesso negli scorsi giorni diversi servizi in merito all’incontro del presidente Vladimir Putin con i vertici dell’esercito. Per pochi secondi si sono viste immagini relative a documenti segreti. I servizi hanno infatti mostrato il nuovo sistema missilistico nucleare Torpedo, installato sui sottomarini della Marina russa.

vladimir putin

Nel testo di accompagnamento sotto le immagini delle testate atomiche si poteva chiaramente leggere una descrizione ben più che minacciosa, che rimarcava come un attacco dei Torpedo avrebbe contaminato così tanto i territori colpiti da rendere inutilizzabile quelle zone per un lungo tempo per qualsiasi attività militare, agricolo oppure economica.  Una “bomba sporca”, capace di terrorizzare i nemici per la sua pericolosità. Il portavoce del Cremlino ha confermato il contenuto del servizio, evidenziando come un simile errore non si sarebbe più dovuto ripetere. Le immagini dei nuovi missili Torpedo in fase di sviluppo non sono state più riproposte, ma nonostante la cancellazione dai servizi sono finite sui social network grazie agli screenshot, così come i servizi dei TG sono stati caricati su YouTube.

LEGGI ANCHE

Gli Usa vogliono migliorare il loro arsenale atomico per contenere la Russia

VLADIMIR PUTIN USA

Non è ancora stato chiarito come documenti segreti, relativi ad armamenti strategici della Russia, siano finiti in possesso delle stazioni televisive. Il controllo pubblico delle reti in questione, una di proprietà dello Stato, l’altra di un’azienda controllata come Gazprom, rende però plausibile l’idea di una provocazione volutamente lanciata dal Cremlino. In questi giorni Vladimir Putin ha rimarcato come la Russia debba difendersi da progetti come lo scudo antimissilistico che vogliono annullare la capacità di deterrenza del suo arsenale atomico. Affermazioni che inquietano in particolare modo gli Stati Uniti, che in queste ultime settimane hanno più volte illustrato la necessità di rispondere alla aggressività di Mosca. Il sistema missilistico Torpedo è installato sui sottomarini russi, e a quanto si intuisce dai servizi TV le testate nucleari avrebbero una pericolosità significativamente accresciuta rispetto alle precedenti versioni. Per gli Usa la circolazione di queste informazioni è una nuova provocazione di Vladimir Putin, che da ormai diverso tempo si contrappone in maniera aperta al predominio americano. Su Ucraina e Siria il presidente russo ha mostrato un’aggressività che ha sorpreso molti osservatori, alla luce delle difficoltà economiche in cui la Russia è scivolata a causa del crollo del prezzo del petrolio e le sanzioni occidentali comminate per l’intervento nel Donbass.

Photo credit: MIKHAIL KLIMENTYEV/AFP/Getty Images