|

Penauts: “Charlie Brown” accusato di tentato omicidio

Grosso guaio a Penauts town: la voce del tenero Charlie Brown in alcuni special televisivi in Usa, Peter Robbins, è stato accusato di aver minacciato di morte uno sceriffo di San Diego e di aver offerto dei soldi per vederlo morto, scrivendo lettere dal carcere per inneggiare al suo omicidio.

PETER ROBBINS E LE ACCUSE

L’attore, diventato famoso appunto come voce di Charlie Brown negli anni ’60, avrebbe anche seguito e minacciato l’ex moglie e un chirurgo plastico, anni prima. L’uomo si è difeso affermando di essere bipolare, e dicendo di soffrire di schizofrenia paranoide, e quindi ha chiesto che il sistema giudiziario americano riconoscesse la sua malattia e gli desse una seconda possibilità.  Forse per questo motivo ha minacciato e ingiuriato il giudice occupato del suo caso, augurandosi la sua morte per arresto cardiaco. Il procuratore ha chiesto per lui più di 7 anni di carcere. Addio ragazzina con i capelli rossi.